L'ultima stagione di Serie A per l'Inter ha messo in mostra una squadra che ha saputo superare i propri limiti, crescere e valorizzare in maniera esponenziale i propri giovani, regalando un grande futuro a loro e forse al calcio italiano.

L'identikit conduce, in maniera inequivocabile all'Atalanta, che già a campionato in corso ha fatto spiccare il volo ad uno dei suoi giovani verso un top club. Roberto Gagliardini è costato tanto, ma ha impiegato davvero poco a prendere le redini del centrocampo interista e a guadagnarsi gli applausi di un pubblico esigente come quello di San Siro.

Calciomercato Inter: tutti sul mercato

Proprio l'ex mediano orobico rappresenta l'unico tassello certo di fare parte del futuro nerazzurro. Nessuna offerta, infatti, potrà far vacillare l'intenzione del sodalizio milanese di puntare su di lui per il futuro. La sua capacità di giocare davanti alla difesa gli permette una certa duttilità nel poter essere impiegato in qualsiasi modulo che Luciano Spalletti vorrà utilizzare. Il fatto di non essere nato molto lontano è un "plus ultra" che accrescere la considerazione che si ha di lui, dato che nelle intenzione di chi vuole costruire la nuova rosa c'è quella di portare in nerazzurro calciatori che abbiano ben chiaro quanto pesi addosso quella maglia gloriosa.

Ed, in tal senso, i giocatori sembrano avere qualcosa in più.

Mercato Inter: possono andar via anche Icardi e Handanovic?

Quando si dice che Gagliardini è l'unico incedibile si aprono prospettive per certi versi impensabili. Ma è pur vero che l'ultima stagione, per forza di cose, ha reso meno stabili i legami professionali ed affettivi tra alcuni calciatori e la piazza.

Mauro Icardi, uno che segna come se piovesse, non è certo di restare. Non tutti sono convinti che la fascia di capitano sia un grado consono alla sua figura e c'è il sospetto che qualora dovesse arrivare un'offerta importante nessuno si opporrà ad una sua partenza.

Tra i punti fermi, poi, viene considerato anche Samir Handanovic, ma anche in quel caso se qualcuno dovesse avvicinarsi agli operatori di mercato nerazzurri con una cifra ritenuta accettabile appare difficile che si vada a opporsi alla cessione di un portiere di trentaquattro anni e che, per forza di cose, non può garantire un futuro lunghissimo.

Qualora lo sloveno dovesse partire inizierebbe anche la caccia ad un estremo difensore che possa assicurare una certa tranquillità alla difesa.