I nomi accostati all'Inter nelle ultime settimane sono centinaia e il budget a disposizione di Walter Sabatini e Piero Ausilio consente anche di fare dei voli pindarici. C'è però da confrontarsi con la realtà e con l'opportunità degli investimenti. Spendere tanto per farlo non sembra rientrare, a ragione, nella logica degli uomini mercato della società nerazzurra e pertanto non è detto che venga esaurito tutto il denaro a loro disposizione.

Si cercano, di comune accordo con la guida tecnica, strategie e opportunità che possano ben coniugarsi con l'ambizione dell'Inter e con la filosofia di gioco che si vuole inculcare alla nascitura squadra nerazzurra.

Calciomercato: l'obiettivo dell'Inter

Questa potrebbe essere la settimana in cui la società meneghina andrà alla carica con la Fiorentina per portare a Milano Borja Valero.

L'età avanzata del calciatore permette che il suo cartellino abbia un costo più che accessibile. Nemmeno le pretese dell'entourage del calciatore danno l'impressione di essere insormontabili. Si parla di circa 7 milioni di euro e la volontà del calciatore, desideroso di provare un'esperienza ai vertici del calcio italiano, potrebbe fare la differenza.

Borja Valero nel 4-2-3-1 di Spalletti può occupare varie posizioni: potrebbe agire da mediano così come in qualsiasi posizione del trio di calciatori che agiscono dietro al centravanti che, nel caso dell'Inter, vedrà schierato Maurito Icardi.

Mercato Inter: rinforzi in casa

Lo spagnolo nell'ipotesi ideale andrà a occupare la casella posta al fianco di Gagliardini, agendo davanti alla difesa con caratteristiche molto diverse rispetto a quelle dell'ex calciatore dell'Atalanta.

Resta però da capire chi andrà invece a collocarsi alle spalle dell'attaccante, dato che Nainggolan è destinato a restare un'illusione.

L'Inter, di comune accordo con Spalletti, potrebbe optare per una soluzione interna, andando a ripescare un calciatore che nella passata stagione non ha offerto quanto ci si aspettava. Il riferimento naturale va a Joao Mario che, qualora convincesse nel corso del ritiro, potrebbe dirottare gli investimenti su altri ruoli.

Particolare attenzione, infatti, si riserverà al reparto arretrato. Gli esempi degli ultimi anni rivelano che i grandi risultati arrivano solo attraverso una difesa impermeabile. E, in tal senso, la Juventus insegna.