Suning ha intenzione di riportare l'Inter ai fasti di un tempo e, per farlo, vuole investire pesantemente nella sessione estiva di calciomercato. Il club di Corso Vittorio Emanuele però, deve fare i conti con i rigidi paletti imposti dalla Uefa in materia di Fair Play Finanziario e, prima di poter investire con decisione sul mercato, l'Inter dovrà reperire attraverso cessioni o accordi commerciali, 30 milioni per raggiungere il pareggio di bilancio e rispettare gli accordi stipulati con il massimo organo calcistico europeo.

Dunque, nelle prossime due settimane, l'Inter dovrà operare almeno una cessione, con Ivan Perisic che sembra il primo indiziato a lasciare la Milano nerazzurra: il calciatore croato avrebbe deciso di abbandonare l'Italia, per raggiungere l'obiettivo di giocare la Champions League, ed avrebbe già trovato un accordo di massima con il Manchester United di José Mourinho.

La distanza tra domanda e offerta però, resta ancora molto elevata, con l'Inter che chiede 50/55 milioni, e i Red Devils che non sembrano disposti a superare quota 40. Se ne riparlerà di certo nei prossimi giorni, ma la sensazione è che alla fine Perisic lascerà i nerazzurri.

Capello e gli scudetti alla Juventus: "Vinti sul campo"

Nella giornata della presentazione di Luciano Spalletti come nuovo allenatore dell'Inter, lo Jiangsu - altra squadra di Suning - ha presentato alla stampa cinese Fabio capello. Il colosso di Nanchino, infatti, oltre a voler portare la "Beneamata" ai vertici del calcio italiano ed europeo, è intenzionato a portare in alto anche lo Jiangsu. La squadra cinese però, naviga in brutte acque in campionato, e Zhang Jindong ha scelto il tecnico friulano per rilanciare le ambizioni del club, affidandogli un ruolo di supervisore.

Nel suo staff Capello ha inserito anche Zambrotta - allenato ai tempi della Juventus - e Brocchi. Nel corso della conferenza stampa di presentazione, Don Fabio si è lasciato andare ad un'esternazione che non lascerà di certo entusiasti i tifosi dell'Inter, riportando alla mente di chi ama i colori nerazzurri il periodo relativo a Calciopoli, con i due scudetti revocati alla Juventus.

Presentando Zambrotta alla stampa, infatti - come riportato da FcInter1908.it - l'ex allenatore bianconero ha dichiarato: "Gianluca Zambrotta qui a sinistra, ha giocato con me alla Juventus. Abbiamo vinto due campionati che ce li hanno tolti, ma noi li abbiamo vinti sul campo". Parole destinate a generare polemiche, con Capello che rivendica ancora una volta gli scudetti vinti sulla panchina della Juventus.