Nelle ultime interviste rilasciate ai media, il nuovo tecnico dell'Inter, Luciano Spalletti, ha fatto intendere di aver comunicato alla Società di cosa ha bisogno, chiedendo esplicitamente due difensori centrali ed almeno un terzino, mentre a centrocampo le operazioni in entrata saranno direttamente collegate alle partenze, ma viste le quasi sicure cessioni di Ever Banega e Marcelo Brozovic e quella probabile di Geoffrey Kondogbia, anche lì ci saranno molti cambi. Cambi che avverranno anche in attacco dove è andato via Rodrigo Palacio, in scadenza di contratto, e molto probabilmente saranno ceduti anche Gabriel Barbosa, noto anche come Gabigol, in prestito, ed Ivan Perisic, visto che l'esterno croato ha fatto sapere di voler provare nuove avventure e di voler giocare la Champions League la prossima stagione.

L'ipotetico undici titolare

Già a partire dal ruolo di portiere non è scontata la permanenza di Samir Handanovic, finito nel mirino del Paris Saint Germain. Nel caso in cui dovesse partire, Spalletti ha già comunicato di volere il portiere polacco dell'Arsenal, Szczesny, al suo posto, avendolo avuto negli ultimi due anni alla Roma.

In difesa a sinistra resta in pole position il nome del terzino brasiliano del Nizza, Dalbert Henrique, mentre al centro arriverà Milan Skriniar dalla Sampdoria, così come resta vivo l'interesse per il centrale tedesco della Roma, Antonio Rudiger, destinato però a rimanere nella Roma. Confermato Joao Miranda, mentre saranno ceduti molto probabilmente Jeison Murillo e Gary Medel, che Spalletti ha bocciato.

A centrocampo sempre più vicino l'approdo del centrocampista spagnolo della Fiorentina, Borja Valero, per sette milioni di euro, sarà confermato invece Roberto Gagliardini. Il sogno del tecnico toscano per il reparto nevralgico del campo resta il belga Radja Nainggolan, nonostante le complicazioni che ci sono state nella trattativa, legate anche alle tante cessioni effettuate dal club giallorosso fino ad ora (Salah al Liverpool e Manolas e Paredes allo Zenit, anche se nel caso degli ultimi due manca l'ufficialità).

In attacco l'unico sicuro del posto è Mauro Icardi, visto che sulle fasce c'è ancora molta confusione. Partirà sicuramente Ivan Perisic, ma anche la permanenza di Antonio Candreva non è così certa. In entrata, al posto dell'esterno croato, si farà di tutto per portare a Milano il fuoriclasse argentino del Paris Saint Germain, Angel Di Maria.

Insieme a lui, inoltre, potrebbe arrivare anche un talento italiano ed il nome in pole position è quello del fantasista della Fiorentina, Federico Bernardeschi.