C'è voglia di far valere la propria forza economica sul mercato per un'Inter che ha visto trascorrere il mese di giugno senza battere colpi. In particolare i tifosi sembrano stanchi di sentire tantissimi nomi, senza che poi alla fine si giunga a conclusione di qualcosa. Sull'altra sponda di Milano si continuano a fare fatti con colpi che arrivano uno dopo l'altro, ma c'è la certezza quasi matematica che i cinesi nerazzurri abbiano tutta la voglia di rafforzare in maniera sensibile la rosa a disposizione di Luciano Spalletti.

Acquisti Inter: chi è già arrivato e chi lo farà

Skriniar è già un difensore della società nerazzurra, mentre nelle prossime ore potrebbe arrivare anche l'ufficialità per l'operazione Borja Valero. Si tratta di due colpi che possono essere considerati di matrice diversa: da un lato c'è un ragazzo del 1995 che da qui a qualche anno si candida a diventare un giocatore di livello internazionale, mentre lo spagnolo rappresenta l'usato sicuro che, pur non essendo un top europeo, può assicurare un grande rendimento nel campionato di Serie A.

Mercato Inter: gli altri nomi

Chi ha esperienza con il Calciomercato sa che quando un nome viene associato ad una squadra per troppo tempo senza che nulla si concretizzi è molto facile che tutto si esaurisca in una bolla di sapone.

Ecco perché nei prossimi giorni c'è la sensazione che possano venir fuori nomi nuovi per l'Inter e che questi possano davvero essere degli obiettivi concreti. Sadio Manè del Liverpool è un profilo che fino ad ora non era mai emerso come possibile pista per il mercato interista, ma più di un indizio lascia intendere che si tratta di un calciatore perfetto per il modo di intendere il calcio di Spalletti: un'ala che sia in grado di correre tanto, attaccare, fornire assist e concludere.

Strapparlo ai Reds non sarà semplice, ma va detto che nello stesso ruolo è arrivato ad Anfield Salah e seppur una stagione sia fatta di tante partite, appare difficile che l'ex calciatore del Southampton possa accettare un ruolo da comprimario dopo essere stato pagato quarantuno milioni di euro la scorsa estate. L'altro nome per l'out offensivo che sembra farsi strada è quello del classe 1993 del Marsiglia Florian Thauvin, che pur avendo rinnovato da poco il contratto fino al 2021 rappresenta comunque un elemento molto più raggiungibile di quanto non sia ad esempio Di Maria, ad oggi un sogno o poco più.