L'Inter si prepara al rush finale del calciomercato e lo fa con la consapevolezza che le priorità sono due: un difensore centrale e un attaccante. Non mancano le difficoltà, perchè reperire ad agosto quasi finito dei calciatori che possano fare al caso della società nerazzurra e che, soprattutto, abbiano un livello consono alla storia, al blasone ed agli obiettivi del club non è un'operazione affatto semplice. Walter Sabatini e Piero Sabatini non cambieranno la politica adottata fino al momento, dato che non c'è alcuna voglia di spendere e spandere anche perchè c'è la sensazione che il prosieguo del calciomercato debba affidarsi ad un autofinanziamento dalle eventuali generazioni di elementi come Jovetic che, tra l'altro, sgraverebbero il bilancio di pesanti zavorre determinate da stipendi importantissimi per calciatori che vengono considerati, senza troppi giri di parole, esuberi da piazzare.

In attacco

Per la prima linea tiene banco la telenovela Schick. Nelle ultime ore era venuta fuori una dichiarazione, poi smentita, secondo cui Walter Sabatini avrebbe dichiarato che l'Inter si sarebbe ritirata dalla corsa al giocatore per la mancanza di volontà ad ingaggiare aste con le altre pretendenti, ossia la Roma. Tuttavia, sebbene i capitolini abbiano tutti gli accordi possibili in mano, ossia quello con la Sampdoria e con l'entourage del calciatore, non si chiude. La motivazione sembra abbastanza ovvia e pare dettata dalla voglia del calciatore di abbracciare il progetto nerazzurro, rinunciando alla possibilità di giocare da subito la Champions League.

In difesa

L'Inter ha diverse piste da percorrere in mano.

Sembra praticamente tramontata l'ipotesi Federico Fazio o potrebbe tornare attuale solo negli ultimi giorni di mercato, quando il giocatore, una volta preso atto della sua condizione di riserva, potrebbe spingere per cercare una nuova sistemazione, si affievolisce l'idea Howedes resta in piedi, invece, il percorso che conduce a Mangala.

L'Inter aspetta che il Manchester City lo libero e la data opportuna potrebbe essere lunedì, ma si potrebbe fare strada un'altra idea che rischierebbe di determinare un duello di mercato con la Juve. Garay del Valencia negli ultimi giorni non si è allenato e salterà il prossimo impegno di campionato, a studiare la situazione dove la frattura appare insanabile ci sarebbero sia la Juventus che l'Inter. Si attendono sviluppi nelle prossime ore.