In casa Inter non sembra andare tutto per il verso giusto visto che, al di là delle due vittorie consecutive in campionato ottenute contro Fiorentina e Roma, non arrivano buone notizie ne sul fronte mercato, con tanti obiettivi sfumati in questi giorni, ne dal punto di vista dell'infermeria visto che arrivano brutte notizie dai ritiri delle nazionali.

Precisamente dal ritiro del Portogallo, infatti, arriva la notizia del brutto infortunio accorso al laterale destro, Joao Cancelo, che ha subito un infortunio al ginocchio durante l'allenamento odierno ed è stato costretto ad abbandonare il ritiro.

Il giocatore, infatti, è già in viaggio verso Milano per sostenere gli esami strumentali ma si parla già di una distorsione al ginocchio destro, ma gli esami serviranno per capirne l'entità e i tempi di recupero, che rischiano di essere lunghi.

Cancelo è arrivato dal Valencia la settimana scorsa in prestito con diritto di riscatto fissato a trentacinque milioni di euro, ed è in grado di giocare sia come terzino destro, sia come esterno alto a destra, come ha dimostrato sabato allo stadio Olimpico di Roma, quando è subentrato al posto di Antonio Candreva. Il portoghese è arrivato a Milano nell'ambito di uno scambio che ha portato in Spagna, invece, il centrocampista francese, Geoffrey Kondogbia, sempre in prestito con diritto di riscatto fissato a ventotto milioni di euro più una percentuale sulla futura rivendita, ed autore già di un gol all'esordio con la maglia del suo nuovo club, nella partita disputata contro il Real Madrid lo scorso week end.

Le trattative sfumate

Una notizia che si unisce alle notizie negative che stanno arrivando dal mercato. L'Inter ha visto, in questi giorni, sfumare prima l'obbiettivo Patrick Schick, accasatosi alla Roma per una cifra complessiva di quarantadue milioni di euro, e, in seguito, l'attaccante senegalese, Keita Balde, che è volato a Monaco, con il club monegasco che verserà nelle casse della Lazio trenta milioni di euro.

Con l'infortunio di Joao Cancelo, però, diventa ancora più necessario un rinforzo nel reparto avanzato visto che adesso, a disposizione del tecnico, Luciano Spalletti, a parte i titolarissimi Ivan Perisic, Mauro Icardi ed Antonio Candreva, come prime alternative ci sono solo Andrea Pinamonti e Martins Eder, alla luce della cessione dell'attaccante montenegrino, Stevan Jovetic, proprio al Monaco per undici milioni di euro e quella di Gabigol al Benfica in prestito oneroso.