L'Inter sembrerebbe aver scelto il difensore centrale da regalare a Luciano Spalletti: si tratta di Eliaquim Mangala. Questo consentirebbe anche la cessione di Murillo, per il quale l'accordo con il Valencia è stato trovato già da tempo. Mangala è il prospetto giusto per l'Inter? Andiamo un po' a ripercorrere la carriera del centrale di difesa francese, di origine congolese.

Carriera calcistica

Il 26enne Mangala sale alla ribalta nel 2008 grazie al suo trasferimento in Europa allo Standard Liegi. Tre anni dopo viene acquistato dal Porto, dove si mette in evidenza anche per le sue doti di goleador, con una media stagionale di circa quattro gol nel triennio in Portogallo.

La svolta della sua carriera arriva però grazie all'acquisizione del suo cartellino da parte del Manchester City per una cifra monstre di 40 milioni di euro. Inizialmente si comporta anche discretamente bene ma poi viene piano piano ritenuto ai margini del progetto tecnico della forte squadra inglese. Il ragazzo viene infatti dato in prestito, nell'ultima stagione, al Valencia per fare poi ritorno alla casa madre. Pep Guardiola gli comunica apertamente di non contare su di lui e che il calciatore francese non rientra nei piani dell'allenatore spagnolo. Da qui l'interesse dell'Inter, desiderosa di accontentare Murillo ma anche di non sguarnire numericamente la propria difesa. Le caratteristiche principali di Eliaquim Mangala sono tutte basate sulla forza fisica e sull'imperioso stacco aereo.

Trattativa economica

Il Manchester City, nonostante consideri il francese ai margini, se non proprio fuori del proprio progetto calcistico, non intende cedere il calciatore facendo segnare una minusvalenza rispetto all'importante cifra a cui lo ha acquistato dal Porto. Gli inglesi pensano ad un prestito annuale, magari sobbarcandosi anche una fetta d'ingaggio del centrale difensivo.

Tale situazione rende ghiotta l'occasione per l'Inter che però, mantenendo l'impostazione di tutto il mercato estivo, non vuole e non può permettersi di sbagliare. L'OK spetta a mister Spalletti che sta valutando in queste ore con il suo staff l'opportunità di avvalersi delle prestazioni di un prospetto come Eliaquim Mangala, e soprattutto di capire se la cessione di Murillo e l'arrivo di Mangala indebolirebbero la squadra nerazzurra.

La competenza e la professionalità dimostrata in questo breve periodo dal tecnico toscano fa dormire sonni tranquilli a tutti i tifosi interisti, certi che qualunque decisione venga presa sarà sicuramente quella giusta, per il bene dell'Inter.