Nell'estate in cui le bandiere, o presunte tali, salutano i club a cui avevano giurato amore eterno per accasarsi altrove - vedi soprattutto il caso di Leonardo Bonucci - c'è un altro calciatore che ha deciso di cambiare aria. Questo nonostante una vita con addosso sempre gli stessi colori. Si tratta di Benedikt Höwedes ed è il difensore scelto dalla Juventus, con tanto di conferma di Marotta al termine dei sorteggi Champions, per rinforzare il proprio pacchetto arretrato.

Nomi caldi

Dopo il passaggio a sorpresa di Leonardo Bonucci al Milan, l'ad bianconero Beppe Marotta aveva stilato una lunga lista di nomi per puntellare la difesa della squadra di Massimiliano Allegri. A lungo si era così parlato di Ezequiel Garay, oltre che di Konstantinos Manolas della Roma e un possibile ritorno di Mattia Caldara dall'Atalanta, come possibili colpi last minute. Ma col tempo la pista che portava all'uruguaiano del Valencia, così come ad altri profili, si è raffreddata per spegnersi quasi del tutto.

Nelle ultime ore però la Juventus ha individuato in Benedikt Höwedes, difensore tedesco di 29 anni, il profilo giusto per completare col botto la propria campagna acquisti.

Profilo di un combattente

Nato il 29 febbraio 1988 ad Haltern am See, cittadina della Renania Settentrionale di 38 mila anime, Höwedes approdò allo FC schalke 04 nel 2001. All'epoca aveva appena 13 anni ma per tutti il suo era un profilo da futuro campione.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus

Terminate le trafile del settore giovanile il roccioso difensore venne aggregato nel 2006 allo Schalke 04 II, ovvero la squadra delle riserve del club teutonico. Ci resterà sino al 2008 - salvo alcune convocazioni in prima squadra - collezionando appena 15 presenze e nessuna rete. Ma è dalla stagione 2008/2009 che Höwedes farà il suo grande debutto diventando nel tempo perno fisso della squadra di Gelsenkirchen.

Coi Die Königsblauen colleziona 221 presenze e 11 gol diventando presto una bandiera del club. Del resto il ragazzo, in 16 lunghi anni di attività, ha vestito una sola maglia: quella dello Schalke.

In nazionale

Va detto che Höwedes ha iniziato giovanissimo a frequentare anche l'ambiente della Nazionale. Partendo con l'Under 18 e approdando - step by step - alla Nazionale maggiore. Qui, dal 2011 a oggi, ha disputato 43 partite segnando anche 2 gol.

Ma soprattutto ha vinto nel 2014 in Brasile il Mondiale numero quattro della Germania. Nel 2009 era salito sul tetto d'Europa con l'Under 21, mentre con la Nazionale maggiore aveva conquistato due bronzi agli Europei di Polonia-Ucraina (2012) e di Francia (2016).

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto