Se qualcuno crede che il calciomercato stia dormendo si sbaglia di grosso. Tutto il "carrozzone" continua a muoversi in maniera silente con agenti che incontrano società per trattare rinnovi di contratto o iniziare a spingere per la futura cessione dei propri assistiti. E' anche questo il momento in cui nascono idee e solo quando ci si avvicina alle finestre dedicate ai trasferimenti si passa dalla fase "embrionale" delle ipotesi alla verifica della concreta fattibilità. Non dorme sicuramente l'Inter, che attraverso i suoi due uomini deputati a condurre il calciomercato continua a vagliare ipotesi che potrebbero tornare utili a gennaio o magari nella prossima estate.

Calciomercato Inter: tassello mancante

E' opinione diffusa ed anche dato concreto che nell'ultimo mercato l'Inter abbia mancato un obiettivo importante. ossia l'acquisto di un difensore centrale che potesse ampliare le scelte di Luciano Spalletti. C'è però un altro aspetto da sottolineare ossia che non c'è stato alcun innesto relativo a possibili top player. Si è parlato di Iniesta, di Di Maria e di Nainggolan ma alla fine non è arrivato alcun colpo che potesse spostare gli equilibri e muovere l'entusiasmo dei tifosi. Adesso, però, potrebbero aprirsi scenari importanti relativi a Andrès Iniesta. Il leggendario centrocampista del Barcellona non ha ancora rinnovato il proprio contratto con il Barcellona che scadrà il 30 giugno del 2018.

Già da gennaio il calciatore potrebbe trovare un accordo con un qualsiasi club per la stagione 2018-2019 e c'è da giurare che qualora dovesse decidere di interrompere lo storico legame con il club blaugrana ci sarebbe la fila per accaparrarselo nonostante la carta d'identità parli di 33 primavere.

Mercato Inter: la situazione

Risulta abbastanza chiaro che molto dipenderà dalla volontà del giocatore: se prevarrà la volontà di mantenere il proprio nome unicamente legato a quello del club catalano appare abbastanza scontato che le parti troveranno un accordo, viceversa il calciatore potrebbe essere stuzzicato dall'idea di cimentarsi in una nuova esperienza, magari all'estero.

E chissà che proprio l'Inter non possa concretizzare il sogno di portarlo in nerazzurro a costo zero. Si tratterebbe di un profilo non in linea con la politica votata ad avere tanti giovani, ma chi non vorrebbe Iniesta nella propria squadra? Di sicuro nessun club ambizioso rinuncerà all'ipotesi di portarlo eventualmente nella propria formazione.