Dopo tante notizie che si sono susseguite nel corso dell'estate, i malumori dei tifosi per una campagna acquisti meno stellare di ciò che era stato preannunciato a giugno, sta tornando il sereno sul fronte economico in casa Inter. Il gruppo Suning, infatti, non sarebbe tra le società cinesi 'poco virtuose' ed inserite in una sorta di 'black-list' dal governo di Pechino. La temuta lista sarà resa nota il mese prossimo, nel corso del congresso del Partito Comunista cinese, ma l'azienda presiedunta da Zhang Jindong non è tra quelle che dovranno proseguire nel 'congelamento' degli investimenti all'estero.

Questo non significa che, nella finestra invernale di gennaio, l'Inter farà spese folli, ma almeno due acquisti di alto livello sono previsti, anche in base a ciò che dimostrerà la squadra nei prossimi mesi.

Obiettivo in difesa

Al di là di notizie più o meno clamorose da etichettare alla stregua di 'fantacalcio', uno dei primi rinforzi per l'Inter arriverà sicuramente nel reparto arretrato. In difesa Luciano Spalletti ha gli uomini contati e questa non è una novità: i centrali difensivi di ruolo sono tre, Miranda, Skriniar e Ranocchia ed il numero si è ulteriormente assottigliato dopo l'infortunio ai ginocchio del giovane Zinho Vanheusden durante il match di Youth League contro la Dinamo Kiev.

Sull'entità del problema del promettente belga classe '99 ci saranno notizie più precise nei prossimi giorni, ma la sua uscita dal campo in barella non fa presagire nulla di buono. Ad ogni modo, un profilo seguito da diversi mesi è quello di José Gimenez, giocatore in forza all'Atletico Madrid. Il nazionale uruguaiano classe '95 ha un costo importante che si aggira intorno ai 30 milioni di euro.

Un investimento di un certo livello che, comunque, ha un certo valore anche in prospettiva se consideriamo l'età del giocatore.

Centrocampo, tutto dipende da Joao Mario

L'Inter aspetta Joao Mario, giocatore sul quale Suning ha investito tantissimo in termini economici, ma è chiaro che non può attenderlo all'infinito. La necessità di un giocare che sia in grado di velocizzare la manovra e servire gli attaccanti è piuttosto evidente, almeno stando a quanto si è visto finora in campo.

Joao Mario ha deluso le aspettative, Brozovic non ha fatto meglio. La stampa inglese, in proposito, ha ventilato di un possibile interessamento dell'Inter per Ozil, ma non ci sono conferme in merito ad un eventuale sondaggio effettuato presso l'Arsenal. Corrisponderebbe al vero, invece, l'interesse nerazzurro per Yves Bissouma, 21 centrocampista del Lille, nazionale maliano con grandi capacità di corsa ed un ottimo tiro dalla distanza. Non è l'unico giocatore seguito da Sabatini ed Ausilio sul cui taccuino figurano anche i nomi di Leon Goretzka e Godfred Donsah. Sul 22enne tedesco dello Schalke 04 ci sarebbe, però, anche l'interesse del Bayern Monaco. Allo stato attuale, la pista che porta a Donsah sembra più praticabile, il 21enne ghanese in forza al Bologna tra l'altro ha disputato una grande partita proprio contro l'Inter, lo scorso 19 settembre.

Attacco: caccia al vice-Icardi

L'acquisto un altro centravanti, un vice-Icardi, è un altro obiettivo nerazzurro anche se in una scala di priorità sembra di minore importanza. In assenza del capitano e bomber dell'Inter, in effetti, Spalletti potrebbe schierare Eder al centro dell'attacco ed è un ruolo che l'italo-brasiliano ha rivestito con ottimi risultati ai tempi della Sampdoria ed anche in Nazionale. Ma nel caso si vogliano offrire più alternative al tecnico, ci sarebbero due giocatori la cui trattativa sarebbe più che spianata, trattandosi di atleti in forza allo Jiangsu, il club cinese di proprietà del gruppo Suning. Si tratta del colombiano Roger Martinez e del camerunense Benjamin Moukandjo.

Uno dei due, secondo fondate indiscrezioni, potrebbe fare le valigie in direzione Milano all'inizio del prossimo anno.