L'Inter sa bene che nell'ultimo calciomercato qualcosa è cambiato. Sulla scena hanno fatto irruzione squadre che, pur avendo da tempo grande disponibilità economica, hanno iniziato a pagare clausole rescissorie che solo fino a qualche tempo fa sembravano inarrivabili ed è in questo solco che si inserisce il trasferimento epocale di Neymar al Paris Saint Germain, in barba a tutte le norme del Fair Play Finanziario aggirate da abili strategie economiche. Chi ha grandi giocatori è costretto a fare nuovi contratti e a inserire clausole che mettano davvero al riparo i propri campioni dall'assalto di club che non sembrano aver alcun tipo di limite sotto il profilo economico.

L'Inter sa che dovrà studiare delle mosse nelle prossime settimane.

Inter: contratti blindati?

C'è un calciatore che all'interno del sodalizio nerazzurro vale più di altri. E' innegabile che Mauro Icardi sia candidato ad essere il simbolo del nuovo corso che si augurano dalle parti di Appiano Gentile possa riportare i nerazzurri ai vertici nazionali ed europei. Ne ha le qualità tecniche e soprattutto l'età: sembra giochi da una vita, ma ha solo ventiquattro anni. E presto potrebbe fare gola a diversi club europei che rischierebbero di non avere molte difficoltà a pagare l'attuale clausola da cento milioni prevista dall'accordo stipulato soltanto un anno fa ed in scadenza nel 2021. Secondo alcune fonti l'Inter sarebbe pronta a sedersi già adesso attorno ad un tavolo con Wanda Nara per prolungare l'accordo fino al 2022 con un adeguamento, ma soprattutto con un innalzamento della clausola rescissoria.

Inter: la singolare clausola

C'è anche chi in Italia ha pagato clausole rescissorie importanti, come ad esempio la Juventus che non si è fatta problemi a superare i novanta milioni per acquistare Higuain dal Napoli. Il Pipita sta per superare i trent'anni e questo potrebbe presto indurre (magari tra un paio di stagioni) la società bianconera a setacciare il mercato per sostituire l'ex bomber del Real Madrid.

E chi meglio di Maurito potrebbe raccoglierne l'eredità per caratteristiche e valore tecnico? Forse nessuno e per questo ad Appiano Gentile si teme che prima o poi la società torinese potrebbe pagare l'eventuale clausola, pertanto l'idea è inserire nel nuovo contratto una clausola rescissoria che sia valida solo per l'estero. Presto comunque dovrebbero registrarsi degli sviluppi sulla situazione.