Lunedì 25 settembre è stata per la Juve la giornata in cui si è conosciuta la sentenza del Tribunale Federale Nazionale contro la società bianconera e il suo presidente Andrea agnelli. Il numero 1 del club piemontese è stato inibito per un anno: questo è il verdetto della corte, presieduta dal dottor Cesare Mastrocola. La Juventus, invece, dovrà pagare una multa di 300mila euro. Dunque le richieste del procuratore federale Pecoraro sono state più che dimezzate. Infatti, la richiesta era di 30 mesi per Andrea Agnelli e di un'ammenda per il club bianconero più due partite a porte chiuse e una terza senza la Curva Sud.

Il tribunale federale ha rigettato la richiesta di chiusura dell'Allianz Stadium e ha invece comminato una multa alla società piemontese.

La rabbia dei tifosi della Juve

I tifosi della Juventus, però, non hanno preso bene le sentenze emesse nella giornata di lunedì e hanno riversato la loro rabbia sui social. Infatti, i sostenitori bianconeri sono dalla parte del loro presidente e le testimonianze del popolo bianconero per Andrea Agnelli sono state moltissime. I fan juventini si sono schierati totalmente dalla parte del loro numero 1 e adesso sperano che nel ricorso che la Juventus farà in appello la pena venga ulteriormente ridotta.

Eros Ramazzotti dalla parte di Andrea Agnelli

I tifosi della Juventus sono dunque tutti dalla parte di Andrea Agnelli e anche alcuni fan bianconeri di spicco hanno voluto testimoniare la loro vicinanza al presidente juventino.

Infatti nella serata di lunedì Eros Ramazzotti, noto sostenitore della Vecchia Signora, ha voluto schierarsi apertamente dalla parte del numero 1 della società piemontese. Ecco il post condiviso dal cantante romano nel quale difende Andrea Agnelli: "Io sabato ho sganciato una serie di puzzette all’Allianz Stadium (ex Juventus Stadium) pensate che possa essere anche io inibito per 12 mesi (anzi 30 per 4/6 scoregge neanche cosi puzzolenti?

Ma dove cavolo vogliamo andare noi italiani che ci attacchiamo al fumo della pipa pur di distruggere quel poco di buono che faticosamente si costruisce e che si importa nel mondo che ci considera un punto nero nel nulla??? (parlo del calcio e non della gente che va in fabbrica a farsi il vero c**o, naturalmente. Io sono allibito da come siamo (noi italiani) per nulla nazionalisti, troviamo sempre un motivo per accusare e soprattutto scaricare m***a sugli altri e curarci il nostro piccolo orto affinché non venga lesionato da altri (nostri fratelli). Noi NON CI AMIAMO, basta, questo e il dilemma. Spero cambierà (? Il DNA)".