Il big match della nona giornata di campionato è sicuramente quello che andrà in scena questa sera allo stadio San Paolo di Napoli che vedrà contrapposti il Napoli e l'Inter, rispettivamente prima e seconda in classifica.

Gli azzurri, fino a questo momento, sono a punteggio pieno, a ventiquattro punti, avendo vinto tutte le partite e avendo il miglior attacco e la miglior difesa di questo campionato. Miglior difesa in aequo con l'Inter, avendo subito solo cinque reti fino a questo momento, a due punti dai partenopei siccome ha pareggiato solo una partita fin qui, nel turno infrasettimanale giocato un mese fa contro il Bologna, allo stadio Dall'Ara.

La partita di questa sera potrà dire molto sulle ambizioni del club nerazzurro: se il Napoli, infatti, già in estate veniva date tra le candidate alla vittoria finale del campionato, i nerazzurri sono una vera sorpresa visto il mercato sotto tono svolto e la stagione fallimentare dello scorso anno che li ha portati fuori da ogni competizione europea. Questo fattore, paradossalmente, potrebbe giocare a favore visto che il tecnico Luciano Spalletti potrà preparare ogni volta, con calma, la partita di campionato seguente. I partenopei, invece, proprio stasera potrebbero pagare le fatiche della Champions, alla luce del match giocato martedì contro il Manchester City che ha visto uscire infortunato Lorenzo Insigne (contrattura da affaticamento per lui), che molto probabilmente dovrà dare forfait o, al massimo, andrà in panchina.

Il pronostico di Sconcerti

Napoli-Inter è il meglio che il calcio italiano possa offrire in questo momento: da una parte la squadra che gioca il miglior calcio in Italia e non solo, dall'altra la squadra più cinica di questo campionato. A parlare di questa partita anche il noto giornalista, Mario Sconcerti, che sulle pagine de Il Corriere della Sera scrive:

"Quella di stasera è una partita che vale una stagione, con il Napoli che se vince allunga anche sull'Inter.

Il Napoli gioca meglio, ma i nerazzurri sono essenziali. Il Napoli non è al massimo visto che sia contro la Roma, sia contro il Manchester l'ho visto soffrire molto. Inoltre mancherà probabilmente Lorenzo Insigne, l'uomo con più fantasia. Spalletti giocherà con Borja Valero avanzato su Jorginho, e con i due mediani Gagliardini e Vecino molto arretrati a dare una mano in fase difensiva.

Il Napoli è più forte ma l'Inter ha giocatori decisivi. Non ho un pronostico tecnico da fare, ma sento che a vincere sarà l'Inter".