Una delle società che potrebbe essere molto attiva nella prossima sessione di Calciomercato, a gennaio, è sicuramente l'Inter.

Nonostante l'ottimo inizio di stagione, infatti, la rosa nerazzurra ha denotato alcune carenze che il tecnico, Luciano Spalletti, ha fatto presente ai suoi dirigenti, oltre a farlo intendere anche durante alcune conferenze stampa. E' noto, ormai, come alla squadra serva un difensore centrale visto che, attualmente, a disposizione dell'ex allenatore della Roma ci siano sono solo Joao Miranda, Milan Skriniar ed Andrea Ranocchia, dopo le cessioni in estate di Gary Medel al Besiktas per cinque milioni di euro e di Jeison Murillo al Valencia per dieci milioni.

Per ovviare temporaneamente a questa carenza era stato promosso stabilmente in prima squadra il belga Zinho Vanheusden, che, però, a causa di un grave infortunio al ginocchio subito in una gara di Youth League, sembra possa aver concluso in anticipo la stagione.

I consigli di Caressa

A parlare della prossima sessione di mercato dei nerazzurri ci ha pensato anche il noto giornalista, Fabio Caressa, che a Sky Sport ha parlato non solo del centrale che lui acquisterebbe, ma ha dispensato anche elogi a due calciatori in particolar modo:

Il consiglio: "L'Inter deve prendere per forza un difensore centrale visto che a disposizione come riserva c'è solo Andrea Ranocchia qualora ci dovesse essere una squalifica o un piccolo infortunio".

Gli elogi a due calciatori: "Non riesco a capire chi sostiene che l'Inter ha bisogno di rinforzi sulle fasce quando, attualmente, ha a disposizione Nagatomo e D'Ambrosio, che sono i migliori giocatori del campionato in quel ruolo per rendimento in questo momento. Quelli che deludono giocano in altri reparti".

Su chi prenderebbe: "Io comprerei Benatia dalla Juventus.

A mio avviso con il rientro di Howedes non giocherà più, anche se sono cosciente del fatto che sia un affare impossibile. Io prenderei Domenico Criscito dallo Zenit San Pietroburgo, in grado di fare sia il terzino sinistro che il difensore centrale".

Un nome, quello di Criscito, che è stato accostato all'Inter già nelle precedenti sessioni di mercato, ma lo Zenit non ha mai voluto saperne di trattare una sua possibile cessione.

A gennaio l'affare potrebbe diventare fattibile alla luce del fatto che il giocatore ha il contratto in scadenza a giugno 2018 e, al momento, non sembra intenzionato a trattare il rinnovo.