L'Inter a gennaio dovrà necessariamente tuffarsi sul mercato. Il rendimento ottimo della squadra non deve far abbassare la guardia. Non mancano, infatti, le problematiche relative all'attuale rosa. Risulta evidente che il numero di effettivi utilizzati sensibilmente da Luciano Spalletti sia piuttosto esiguo.Un privilegio che i nerazzurri possono concedersi unicamente perché non disputano le coppe europee, ma i rischi permangono ugualmente.

Se uno tra Skriniar e Ranocchia, infatti, dovesse risultare vittima di un raffreddore sarebbe difficile rimpiazzarlo.

Ranocchia era ormai fuori dai progetti e oggi serve un centrale che dia garanzie sufficienti anche partendo dalla panchina.

Ma c'è attenzione anche per altre zone del campo.

Inter: acquisti in arrivo?

Luciano Spalletti in questa prima parte di stagione si è affidato in maniera prevalente al 4-2-3-1. Bocciati Brozovic e Joao Mario, ben presto il trequartista è diventato Borja Valero. Il centrocampista iberico si sta adattando e fa da ago della bilancia in uno schieramento che sovente si trasforma in un classico 4-3-3. Non ha però le caratteristiche che il tecnico di Certaldo desidera per l'elemento chiamato a giocare in quella zona di campo.

Il suo uomo ideale è Radja Nainggolan che, però, dopo il rinnovo con la Roma è quasi inarrivabile. L'alternativa si chiama Arturo Vidal, ma allo stato attuale si può solo osservare se il Bayern in un prossimo futuro dovesse decidere di aprire ad una sua eventuale cessione.

Senza il placet dei bavaresi potrebbe essere inutile persino pensare di capire se il calciatore avrebbe o meno intenzione di riabbracciare la Serie A e lasciare la Germania.

Inter: momenti di riflessione

Chi, invece, soprattutto in estate potrebbe essere acquistabile è Javier Pastore. Il Paris Saint Germain ha necessità di cedere, non per ragioni economiche, ma per questioni di Fair Play Finanziario.

L'argentino non è un elemento cardine e andrebbe in scadenza nel 2019. All'Inter l'argentino ritroverebbe il suo scopritore Walter Sabatini e tornerebbe forse nel campionato che l'ha valorizzato di più ai tempi del Palermo. Il calciatore, però, non sarebbe nelle grazie di Luciano Spalletti. L'allenatore, infatti, cerca un uomo che abbia anche il dinamismo necessario a portare il primo pressing e a rincorrere l'avversario.

Pastore non ha queste caratteristiche e sarebbe stato già depennato dalla lista degli acquisti già in mano al trainer di Certaldo.