I campioni d'Italia in carica scenderanno in campo sabato sera in una delicatissima sfida, valida per la 19 giornata del campionato di Serie A. La Juventus, infatti, sarà ospite dell'Hellas Verona, squadra che in questa stagione sta trovando fortune alterne, navigando poco al di sotto della soglia salvezza. I bianconeri, invece, sono costretti a vincere, poiché il Napoli, là davanti, non è intenzionato a fermarsi ed il Crotone, con tutto il rispetto per la squadra di Zenga, non sembra un avversario in grado di far inciampare l'armata di Sarri.

Perché questa sfida potrebbe essere insidiosa per la Juventus?

Lo dice la storia: nonostante il primo incrocio tra le due compagini sia a favore dei bianconeri, al Bentegodi la tradizione vede favorito l'Hellas Verona, con 10 vittorie e 10 pareggi, mentre i bianconeri hanno raccolto appena 8 successi, di cui l'ultimo risale al campionato cadetto 2006/07 (rete di Boumsong), mentre nella massima categoria bisogna andare ancor più indietro, risalendo alla stagione 2000\01, quando una rete dal dischetto di capitan Del Piero stese i veneti. Per l'ultimo successo dell'Hellas, invece, basta dare uno sguardo a due stagioni fa, quando i veronesi batterono i piemontesi (già campioni d'Italia) per 2 reti a 1, con le marcature di Viviani e Toni.

Inutile il gol di Dybala, arrivato a pochi secondi dal triplice fischio.

Le probabili formazioni

La formazione bianconera perde, a centrocampo, un perno fondamentale come Pjanic, fermato da un affaticamento al quadricipite femorale della coscia destra. Al suo posto scenderà in campo Marchisio (non proprio una riserva), affiancato nel trio di centrocampo da Matuidi e Kedhira.

In difesa, la novità potrebbe essere Lichtsteiner al posto dell'acciaccato De Sciglio, mentre davanti, dopo diverse giornate, torna titolare la Joya Dybala, che, con Douglas Costa, agirà a supporto di Gonzalo Higuain. Per il Verona, invece, Moise Kean sarà il terminale offensivo della formazione veneta. L'ex Juventus, in prestito stagionale, ha la possibilità di mostrare alla propria squadra d'appartenenza il proprio valore in campo.

Al suo fianco agirà Valoti, in netto vantaggio su Bessa. Il trittico di centrocampo è composto da due ex juventini come Romulo e Buchel, mentre le altre due caselle del 4-4-1-1 allestito da Pecchia (altro ex) saranno occupate da Zuculini e dal talento ex Roma Verde. In difesa è in dubbio la presenza di un altro ex della sfida: Martin Caceres, terzino destro dai piedi buoni e dal gol facile. HELLAS VERONA (4-4-1-1): Nicolas; A. Ferrari, Caracciolo, Heurtaux, Caceres; Romulo, Buchel, B. Zuculini, Verde; Valoti; Kean. A disposizione: Silvestri, Coppola, Bearzotti, Felicoli, Zuculin, Laner, Calvano, Fossati, Lee, Bessa, Pazzini. Allenatore: Pecchia JUVENTUS (4-3-2-1): Szczesny; Lichsteiner, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Marchisio, Matuidi; Dybala, Douglas Costa; Higuain.

A disposizione. Pinsoglio, Loria, Rugani, Barzagli, Asamoah, Bentancur, Cuadrado, Sturaro, Bernardeschi, Mandzukic, Pjaca. Allenatore: Allegri