Tutti in campo per la ripresa degli allenamento in casa Crotone, formazione calabrese alla ricerca della sua seconda salvezza in massima serie. Un ritorno al termine della sosta invernale per la squadra diretta dal tecnico Walter Zenga che ha diretto i primi allenamento presso il centro sportivo pitagorico. Sullo sfondo la prossima sfida di campionato, spareggio salvezza, in casa dell'Hellas Verona, compagine neopromossa ma con voglia di non abbandonare precocemente la Serie A. Una gara del turno della ventunesima giornata che potrebbe dare prime informazioni sulla lotta per non retrocedere e che potrebbe essere caratterizzata da alcuni volti nuovi.

Benali ad un passo, accordo vicino

L'interesse mostrato nei giorni scorsi dallo staff crotonese sembra aver fatto breccia nella dirigenza abruzzese e sulla volontà del calciatore.

Superata la concorrenza del Parma, che ha ufficializzato l'arrivo di Antonio Vacca dal Foggia, il Crotone avrebbe in mano l'accordo in linea di massima con il ragazzo e avrebbe allo stesso tempo trovato un formula giusta con la società del presidente Sebastiani. Questo emergerebbe dalle colonne di PescaraSport24 che allo stesso tempo rivela alcuni dettagli. Il Pescara prima di dare l'assenso alla cessione in prestito oneroso - per una cifra di circa 300mila euro - permetterebbe la clausola di diritto di riscatto e non di obbligo come ipotizzato nelle precedenti ore. Una modalità che lascerebbe margine ad entrambe le società per una futura cessione a titolo definitivo.

In questo senso il Pescara avrebbe preventivato al calciatore un possibile rinnovo di contratto per Ahmed Benali, un contratto attualmente in scadenza nel mese di giugno 2019, una necessità per garantire questo genere di operazione.

Il ragazzo potrebbe quindi già ad inizio della prossima settimana vestire la maglia rossoblu, un nuovo tassello di qualità al servizio dell'allenatore crotonese. Dopo l'arrivo di Marco Capuano, difensore centrale giunto dal Cagliari in prestito con obbligo di riscatto in caso di salvezza, il Crotone aggiunge un "cervello" abile a creare superiorità numerica e a dettare i tempi del gioco ma anche utile pedina sottoporta.

La chiusura di questa trattativa permetterà alla dirigenza di concentrarsi sull'acquisto di un esterno offensivo, un tassello la cui assenza si è fatta sentire in questa prima parte del campionato.