Dovevano essere i giorni dell'Inter, i giorni che avrebbero visto il club nerazzurro mettere a segno il colpo dell'anno con l'approdo a Milano del fantasista argentino del Paris Saint Germain, Javier Pastore. Nulla di tutto ciò visto che l'approdo del Flaco sembra essere tramontato definitivamente a causa del veto posto da Suning, che ha ritenuto eccessivo il prestito oneroso da sette milioni di euro con diritto di riscatto fissato a ventitre milioni di euro.

Tramontata anche la possibile cessione del centrocampista croato, Marcelo Brozovic, per cui l'Inter aveva trovato l'accordo con il Siviglia in prestito oneroso da due milioni di euro con diritto di riscatto fissato a ventotto milioni di euro.

A bloccare tutto è stato il tecnico nerazzurro, Luciano Spalletti, soprattutto alla luce del mancato arrivo di Pastore. Con la partenza di Brozovic, e quella di Joao Mario al West Ham concretizzata settimana scorsa, in mezzo al campo l'ex allenatore della Roma avrebbe avuto a disposizione i soli Gagliardini, Vecino e Borja Valero. Mentre è stata ufficializzata la cessione del terzino giapponese, Yuto Nagatomo, al Galatasaray in prestito sempre con diritto di riscatto.

Tifosi infuriati

I tifosi hanno manifestato tutto il loro malcontento sui social per l'ennesima campagna acquisti che prevedeva l'Inter tra le potenziali regine del mercato, con il nome di Pastore a far sognare, e che invece si concluderà con un altro nulla di fatto, proprio come avvenne l'estate scorsa, quando ai colori nerazzurri furono accostati nomi come quello di Arturo Vidal, Radja Nainggolan e Angel Di Maria.

Intanto la società nerazzurra sta concretizzando un'altra cessione in questi minuti. Si tratta del giovanissimo attaccante, classe 1999, Andrea pinamonti, che si trasferirà al Sassuolo in un operazione complessiva da dieci milioni di euro che vedrà passare in neroverde anche il terzino Valietti. Il giocatore è visto come uno dei migliori talenti del calcio italiano e quest'altra operazione sta facendo irritare ulteriormente i tifosi nerazzurri.

Con queste due cessioni, però, la società mette a segno un importante plusvalenza, fondamentale soprattutto alla luce dei paletti imposti dal Fair Play Finanziario, che prevedono il pareggio di bilancio a giugno.

Pinamonti, però, sarebbe potuto servire all'Inter soprattutto adesso che il capitano, Mauro Icardi, si è fermato in allenamento per un non precisato problema muscolare.