Notizia dell'ultima ora, come riportata da Trivenetogoal.it., la Procura della Repubblica di Vicenza ha chiesto il #fallimento del Vicenza [VIDEO] calcio chiedendo al curatore fallimentare, ai sensi dell'art. 104, che venga disposto l'esercizio provvisorio, fondamentale per la sorte sportiva del club.

Girone B falsato con zero retrocessioni

Infatti, anche con la messa in mora ed il successivo svincolo dei calciatori, i biancorossi porterebbero a termine il campionato, dando la possibilità ad eventuali imprenditori di poter rilevare il club senza dover ripartire completamente da zero. Potrebbe essere questa la strada giusta per non dover subire un'altra mortificazione come quella del Modena che il 15 dicembre, appena un mese fa, fu escluso dal girone B, dopo il fallimento.

D'altronde, se il Vicenza ripercorresse lo stesso tragico cammino, il campionato di #Serie C perderebbe ulteriore credibilità e, nella fattispecie, il girone B, risulterebbe oltremodo falsato.

L'esclusione dei biancorossi ridurrebbe a 17 il numero delle squadre partecipanti e, a meno di improbabili revisioni del meccanismo dei play out da parte della Lega Pro, il girone B non avrebbe nessuna retrocessione in serie D.

Inoltre, il ritiro o l'esclusione del Vicenza comporterebbe, come previsto dall'art. 53, comma 4 delle N.O.I.F., la perdita con il punteggio di 0-3 di tutte le gare restanti nel girone di ritorno.

Quale credibilità potrebbe avere il campionato con un simile scenario, è difficile spiegarlo, se si pensa che il Vicenza era accreditato, all'inizio del torneo come una formazione protagonista e che può vantare numeri incredibili per la categoria, oltre ad un blasone che ha dato lustro a tutto il calcio nazionale.

Come non sottolineare la grande passione e il grande attaccamento del popolo vicentino che nonostante tutte le varie vicende, nel girone di andata ha fatto registrare il miglior dato sul numero di presenze allo stadio Menti, superiore a formazioni che stanno dominando il campionato. Nella classifica [VIDEO] spettatori, infatti, il club è primo con 6774 presenze seguito da Reggiana con 5.345 e dalla capolista Padova con 5.212.

Il rammarico di Paolo Rossi

Fra i tanti personaggi sportivi che hanno dato lustro alla Vicenza calcistica e che hanno voluto esprimere tutto il loro rammarico e la loro rabbia per l'odierna, assurda situazione significativo l'intervento di Paolo Rossi ai microfoni di Premium Sport. 'Sono un vero appassionato del Vicenza e il mio stato d'animo è di vera amarezza. Siamo sull'orlo del baratro, non so cosa potrà succedere, ma penso che la sorte ci riserverà il fallimento' queste sono state le sue prime parole.

L'ex pallone d'oro e campione del mondo con la nazionale italiana nel 1982 ha voluto ripercorrere i momenti più felici del club biancorosso e, a proposito del glorioso passato vicentino, ha detto 'finirà la storia presente, ma la storia passata rimane e sono sicuro che la piazza sarà pronta a ripartire.

Il ricordo più bello, per quanto mi riguarda, è il secondo posto dietro la Juventus del 1978'.

Già, quel Vicenza di Paolo Rossi finì il campionato a cinque lunghezze dalla Juve, risultando il miglior attacco con 50 gol, 24 dei quali furono segnati proprio da Paolo Rossi. Ma questa, ahimè, è un'altra storia.