Ora è ufficiale: il network spagnolo Mediapro si è aggiudicato i diritti del calcio in tv italiano, la serie A, per il triennio 2018 - 2021, sborsando 1.050.001.000 euro e superando dunque, di mille euro, la base d'asta. E ora? Sky e Mediaset restano senza calcio. Ma la televisione che fa capo a Rupert Murdoch ha già presentato diffida alla Lega calcio e spera di poter riaprire i giochi, estromettendo di fatto i concorrenti iberici.

Gli avvocati di Sky si sono mossi molto in fretta, consapevoli che ogni istante perso può essere determinante.

Restare senza calcio, sia per l'emittente satellitare, sia per Mediaset, sarebbe un colpo gravissimo. Alla Lega di Serie A è dunque arrivato un documento, a firma Sky, che diffida dall'affidare i diritti a Mediapro. Con quali motivazioni? Il gruppo audiovisivo spagnolo, pur avendo presentato l'offerta per il bando rivolto solo agli 'intermediari indipendenti', in realtà opererebbe come un vero e proprio operatore della comunicazione. Ecco perché la Lega dovrebbe considerare l'offerta di Mediapro inammissibile.

Calcio in tv: Mediapro vince l'asta, lo scenario futuro

Che succede ora che Mediapro si è aggiudicata l'esclusiva per trasmettere il campionato di calcio di serie A nel triennio 2018 - 2021? Il primo scenario è che venga accolta l'eccezione presentata da Sky, e allora bisognerebbe rifare l'asta. Sky e Mediaset tornerebbero in gioco. Ma se la Lega non dovesse accettare la diffida proveniente dai legali di Murdoch?

Allora, Mediapro avrebbe la possibilità di creare un canale interamente dedicato al nostro calcio, girando poi le singole partite al miglior offerente. Oppure, terza possibilità: Mediapro, come succede per Fox Sports, potrebbe cedere l'intero pacchetto calcio, che poi sarebbe gestito da chi lo ha acquistato. Mediapro non è assolutamente un Carneade, anzi. Produce calcio in più di 10 Paesi al mondo.

Naturalmente, in questa battaglia, chi sorride sono proprio le Società di serie A, che pregustano la possibilità di mettersi in tasca un bel po' di soldi per i diritti televisivi. Sono invece confusi i tifosi e gli appassionati di calcio: dove potranno vedere le partite della loro squadra del cuore? Torneremo ai primi tempi quando una tv deteneva i diritti di alcuni club, un'altra di altri club. E per vedere le trasferte della propria squadra si doveva trovare l'amico con l'altro abbonamento o ci si doveva rivolgere al bar.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!