Gonzalo Higuain ha subito un trauma contusivo/distorsivo alla caviglia sinistra. Più grave appare l'infortunio di Federico Bernardeschi: trauma distorsivo con interessamento capsulo/legamentoso al ginocchio sinistro. Lo ha comunicato la Juventus sul suo sito ufficiale. Per entrambi i calciatori nei prossimi giorni sono previsti esami che chiariranno i tempi di recupero. Higuain e Bernardeschi si sono fatti male nel derby contro il Torino, vinto per 1-0 dalla Juventus grazie al gol di Alex Sandro, su passaggio proprio di Bernardeschi. L'ex Fiorentina era entrato in campo al posto di Higuain, toccato duro già al 3'.

Lo stesso Berna, a due minuti dal termine del match, ha dovuto alzare bandiera bianca.

Proprio nel giorno in cui è tornato in campo Paulo Dybala, a distanza da un mese e mezzo dall'ultima partita (era il 6 gennaio), Massimiliano Allegri rischia dunque di perdere due pezzi forti del suo attacco. Dove già è assente Cuadrado. Verrà ora monitorata in particolare la situazione dell'esterno, per il Pipita la botta dovrebbe riassorbirsi. Sono comunque entrambi in dubbio per la prossima partita contro l'Atalanta, che la Juve giocherà in casa dopo due trasferte consecutive a bottino pieno (Fiorentina e Torino).

Higuain e Bernardeschi in infermeria: Juventus sempre in emergenza

Per Higuain, più ancora della botta, sarà la piccola distorsione a dover essere verificata nei prossimi giorni.

Contro il Torino, Allegri già in partenza aveva dovuto rinunciare a Mario Mandzukic, colpito da influenza e febbre a 38°C. Secondo La Gazzetta dello Sport, in ogni caso, contro l'Atalanta di Gasperini, la Juventus dovrebbe poter disporre sia di Higuain sia di Bernadeschi.

Da qui alla pausa per la Nazionale azzurra, sosta prevista il 18 marzo, i bianconeri campioni d'Italia sono attesi da un vero e proprio tour de force: oltre alle gare di campionato, da vivere senza poter sbagliare per il ritmo forsennato del Napoli, ci sono la semifinale di ritorno con l'Atalanta (a Bergamo 1-0 per la Signora, gol firmato proprio Pipita) e il ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro il Tottenham, a Wembley, dopo il 2-2 casalingo con reti sempre di Higuain, purtroppo sprecone dal dischetto per quella che sarebbe stata la sua tripletta.

Insomma, Allegri conta quanti ne rimangono e spera veramente che questa volta i nuovi contrattempi siano solo tali e non infortuni più gravi.