In casa Inter la testa è completamente rivolta al derby di Milano contro il Milan che si giocherà domenica sera, allo stadio Meazza, alle ore 20:45, nel posticipo della ventisettesima giornata di campionato. Una giornata fondamentale, che potrebbe permettere ai nerazzurri anche di tornare al terzo posto e di allungare sulla Roma visto che la Lazio sarà impegnata in casa contro la Juventus, sabato alle ore 18, e subito dopo, alle ore 20:45 sarà il turno dei giallorossi, che saranno ospiti del Napoli capolista allo stadio San Paolo.

Una classifica che, al momento, vede la Lazio terza a 52 punti, Inter quarta a 51 e Roma quinta a 50 con il Milan che si sta facendo sotto e che sembra rigenerato dalla cura Gattuso.

I rossoneri, infatti, sono a 44 punti , al sesto posto insieme alla Sampdoria, e non perdono una partita dal 23 dicembre (Milan-Atalanta 0-2). Partita molto delicata, quindi, per l'undici di Luciano Spalletti che, nonostante la vittoria contro il Benevento, non è ancora uscito dalla crisi come dimostrato dal gioco espresso contro i sanniti. L'ottima notizia per il tecnico nerazzurro è rappresentato dal recupero del capitano, Mauro Icardi, che aveva saltato le sfide contro Crotone, Bologna, Genoa e Benevento a causa di un'elongazione all'adduttore destro.

L'esclusione di Icardi

Icardi che in campionato ha messo a segno, fino a questo momento, quattordici reti ma che è fermo dalla rete messa a segno alla Fiorentina il 5 gennaio.

Intanto arrivano cattive notizie per il centravanti argentino, che in questo periodo è finito al centro della cronaca per le voci su un eventuale rinnovo o addio a fine stagione per alcune fake news circolate sulla sua storia con Wanda Nara.

Secondo quanto riportato da Luciana Rubinska, giornalista di Fox Sports, infatti, il capitano dell'Inter non sarà convocato dal commissario tecnico della nazionale argentina, Jorge Sampaoli, per i prossimi Mondiali in Russia.

I motivi di questa esclusione sono principalmente due: il primo riguarda il rendimento negativo avuto dal giocatore negli ultimi mesi con la maglia dell'Inter e nelle partite giocate con la maglia dell'Argentina; il secondo motivo, invece, è riguardante i cattivi rapporti che ci sarebbero con alcuni dei giocatori.

Non è escluso che ad influire sulla scelta del commissario tecnico possa essere anche l'influenza avuta da Diego Armando Maradona, che non manca mai di esprimere il proprio parere contro la convocazione del centravanti dell'Inter, rifacendosi a vicende extra calcistiche.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!