L'Inter ha dimostrato di potercela fare anche senza Mauro Icardi, con l'italo-brasiliano Eder che ha siglato due gol in due gare. Suo infatti è stato il gol del vantaggio contro il Bologna di Roberto Donadoni, anche se alla fine i nerazzurri si sono aggrappati alla grandissima giocata del baby Karamoh per mettere in cassaforte una vittoria che mancava da due mesi.

Icardi contro tutti

Il capitano e attaccante dell'Inter è finito nel mirino del gruppo nerazzurro, che non vedono in Mauro Icardi l'uomo giusto per comandare nello spogliatoio e in campo. A far lievitare i malumori inoltre si sono messe le voci di mercato che sono piombate sul centravanti: in particolare il Paris Saint-Germain e il Real Madrid, che vorrebbero sostituire Cavani e Benzema con Maurito.

Come se non bastasse anche la moglie wanda nara, che di comune accordo con il marito, starebbe pressando la società che vorrebbe eliminare dal contratto la clausola rescissoria di 110 milioni di euro, oppure alzarla a 200 milioni di euro. Wanda, che è anche l'agente di Icardi, sarebbe favorevole, ma con una proposta folle dal punto di vista economico: secondo le ultime dal "Corriere dello Sport" infatti, Wanda Nara vorrebbe portare l'attuale ingaggio da 6 milioni a 8 milioni di euro, insomma, vorrebbe far guadagnare il marito, quanto guadagna un vero top-player in Europa. L'Inter al momento non può raggiungere tali somme e non vorrebbe spingersi oltre i 7 milioni compresi i bonus. Le parti in questo momento sono molto distanti, tanto da poter pensare a un clamoroso addio.

Mino Raiola nel futuro di Icardi?

La situazione tra l'Inter e Mauro Icardi interessa da vicino a Mino Raiola, che vorrebbe fare da intermediario per portare l'argentino al Manchester United. Wanda Nara è quindi tornata alla carica dopo appena due stagioni, quando minacciò la società di trattare con il Napoli qualora non avessero rinnovato il contratto con l'aumento.

Scenario che potrebbe ripetersi tra pochi mesi, solo che questa volta Mauro Icardi è sempre più convinto di lasciare Milano qualora la squadra non dovesse raggiungere la Champions League. Il discorso potrebbe essere diverso con il raggiungimento del terzo posto, anche se resta il pericolo dell'ombra di Mino Raiola, che vorrebbe fare da intermediario per portare l'offerta di Josè Mourinho in casa Icardi e in un secondo momento prendersi l'intera procura del centravanti argentino.

In estate potremmo vederne delle belle.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!