Sky e Mediaset sono state messe fuori gioco da un inaspettato esito che nessuno poteva prevedere. I diritti TV del campionato di Serie A, infatti, sarebbe stati acquisiti da Mediapro grazie al miliardo e 50 milioni più mille euro all’anno che gli avrebbe fatto assicurare il diritto di commercializzare le partite in televisione fino al 2021.

Dove si vedranno le partite di serie A in TV

Un cambiamento epocale starebbe interessando il calcio italiano e, in particolare, il nostro modo di guardarlo e commentarlo.

Lecito per gli sportivi e i tifosi domandarsi ora cosa accadrà e soprattutto dove sarà possibile vedere le partite di calcio. I nostri decoder, le nostre parabole e le schede per acquistare le partite che fine faranno? Per poter rispondere a queste domande ci vorrà sicuramente un pò di tempo affinché la situazione si assesti e le offerte delle varie piattaforme siano chiare per i fedeli fruitori del calcio in televisione. Mediapro, infatti, deve ancora comunicare le sue modalità per la rivendita delle partite.

Il tutto poi dipenderà dalle scelte degli operatori e da quanto vorranno e potranno investire. La realtà di Mediapro è certamente ben solida ed è stata capace di rivoluzionare la platea dei suoi spettatori spagnoli passando da 900 a 1600 milioni di diritti annui.

Abbonamenti Sky e Mediaset: un possibile esodo dei loro abbonati?

Sky, secondo gli addetti ai lavori, avrebbe peccato di presunzione sopravvalutando forse un pò troppo le sue forze.

Dal canto suo ha diffidato la Lega Calcio a procedere con Mediapro per le irregolarità ampiamente sottolineate in merito alle modalità da lei adottate per aggiudicarsi l'asta. Nel frattempo, starebbe meditando, al possibile sistema per limitare il più possibile i danni economici, ai danni dell’azienda, che un possibile cambiamento di potere nel settore, potrebbe inevitabilmente innescare nei suoi milioni di abbonati e un loro conseguente esodo.

Mediaset invece non si pronuncia, poiché partiva già battuta dalla precedente concorrenza. Ma quale sarà il futuro del calcio in televisione? Un possibile nuovo canale della Lega e soprattutto ‘autonomo’ potrebbe diventare la soluzione logica dell’operazione in corso, incrinando le attuali certezze degli sportivi e dei tifosi affidate ai loro telecomandi. L'obiettivo principale è quello di migliorare la visione del calcio in tutti i suoi ambiti: negli stadi, nei club ed anche attraverso il marketing del prodotto che per essere competitivo deve migliorare per essere sempre più appetibile su ogni piattaforma.

Segui la nostra pagina Facebook!