Il match di domani contro il Bologna, valido per la ventiquattresima giornata di campionato, è fondamentale per l'Inter per ritrovare una vittoria che ormai manca da più di due mesi. L'ultimo successo, infatti, arrivò il 2 dicembre con un sonoro 5-0 sul Chievo Verona, che vide Ivan Perisic tra i maggiori protagonisti con una tripletta. Da allora c'è stato il crollo totale visto che la squadra di Luciano Spalletti, che era prima in classifica all'epoca, ora si ritrova al quarto posto a 45 punti, con un punto di vantaggio sulla Roma e ad una lunghezza dalla Lazio terza in classifica.

Da quella partita sono arrivate due sconfitte (contro Udinese e Sassuolo) e ben sei pareggi, di cui cinque consecutivi.

L'ultimo pareggio è arrivato sabato scorso contro il Crotone per 1-1 e ha dato il via ad una contestazione dei tifosi. Una partita che ha messo in luce la condizione fisica precaria di alcuni giocatori che sono stati fondamentali fino a dicembre per arrivare in testa alla classifica come il centrocampista spagnolo, Borja Valero, e i due esterni, Ivan Perisic e Antonio Candreva. A far discutere in quella partita è stata anche l'esclusione dal primo minuto del laterale portoghese, Joao Cancelo, tra i pochi a salvarsi in questi due mesi disastrosi. Nei giorni scorsi, però, è trapelata una presunta lite tra l'ex Valencia e il tecnico Spalletti alla vigilia del match.

Sorpresa dal primo minuto

Intanto arrivano importanti novità di formazione per domani visto che non ce la fa Mauro Icardi, che è stato escluso dalla lista dei convocati. Al suo posto, in attacco, giocherà Martins Eder, tra i pochi a salvarsi contro il Crotone e autore del gol del momentaneo 1-0.

Ma la sorpresa potrebbe essere rappresentata dallo schieramento dal primo minuto del giovanissimo attaccante francese Yann Karamoh.

Il giocatore, entrato a venti minuti dalla fine contro i calabresi, con le sue fiammate ha creato grandi pericoli in avanti e per questo motivo Spalletti sta valutando di dargli una chance da titolare, la prima in campionato visto che fino ad ora ha giocato solo qualche spezzone di partita. Possibile l'esclusione di Borja Valero, con Vecino, Gagliardini e l'arretramento di Candreva come interno di centrocampo, con il tridente composto da Eder, Perisic e appunto Karamoh.

Dovrebbe partire ancora dalla panchina il fantasista brasiliano, Rafinha Alcantara, che non ha ancora i novanta minuti nelle gambe.