In casa Inter si stanno vivendo giornate molto importanti sia dentro che fuori il terreno verde di gioco. Luciano Spalletti e la squadra infatti sono concentrati sulla lotta per il raggiungimento di quel quarto posto che garantirebbe la qualificazione alla prossima edizione di Champions League. Il ritorno nella massima competizione continentale per club infatti, garantirebbe a Suning la possibilità di aumentati gli introiti, con conseguenze positive anche in chiave calciomercato. Se invece la squadra guidata da Spalletti non dovesse centrare la qualificazione alla coppa 'dalle grandi orecchie', a quel punto il progetto di Suning rischierebbe di vivere una battuta d'arresto molto importante: in caso di fallimento dell'obiettivo, Spalletti lascerebbe l'Inter e da Milano partirebbero anche 1-2 top player, sacrificati nell'ottica del rispetto dei parametri del Fair Play Finanziario.

A quel punto i principali indiziati a lasciare Appiano Gentile sarebbero Mauro Icardi e Milan Skriniar, con quest'ultimo che sembra essere entrato nel mirino di Barcellona e Real Madrid.

Inter, Suning pensa di farsi da parte?

In queste ore però in casa nerazzurra si sta vivendo un vero e proprio terremoto fuori dal rettangolo verde di gioco, con l'addio di Walter Sabatini che ha lasciato il ruolo di responsabile del settore tecnico di Suning, risolvendo in anticipo il suo contratto. Un bruttissimo segnale per il colosso cinese e per tutti i tifosi della Beneamata che continuano ad intravedere una certa confusione nel modo di gestire il club. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera infatti, nelle ultime ore andato in scena il distacco di Suning dall'Inter, dal Jiangsu e dal calcio in generale.

In questo momento infatti i cinesi, potendo farlo, venderebbero l'Inter: per ora però, non lo stanno facendo solo perché appare piuttosto complicato trovare un acquirente che sia disposto a versare nelle casse del club nerazzurro 600 milioni per assicurarsi le quote di maggioranza.

Le prossime settimane dunque saranno decisive, con Spalletti che sarà chiamato a trascinare ambiente e squadra nella lotta per il quarto posto: vale a dire l'unico risultato che in questo momento potrebbe rilanciare le ambizioni di Suning e di tutta l'Inter in chiave futura.

I 5 gol realizzati a Marassi contro la Sampdoria fanno ben sperare, ma Spalletti si attende delle conferme dalla squadra, già a partire dalla sfida casalinga contro il Verona di Pecchia che andrà in scena sabato pomeriggio a San Siro.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!