La Juventus si conferma grande squadra ribaltando il 2-2 dell'andata ed eliminando così il Tottenham, ancora una volta i bianconeri dimostrano di avere gli attributi ribaltando una gara che sembrava in pugno agli uomini di Pochettino.

Decisivi i cambi di Allegri nella ripresa

La Juventus approda ai quarti di finale di Champions ribaltando una partita che si era messa male con i bianconeri sotto di una rete fino al 64esimo, ancora una volta decisivo Paulo Dybala che nel giro di pochi giorni si ripete e manda in estati il popolo bianconero realizzando la rete decisiva.

Allegri conferma le indicazioni della vigilia schierando un 4-4-1-1 lanciando dal primo minuto Higuain, mentre in difesa Barzagli viene schierato sulla destra nel tentativo di contenere il gioiellino Alli.

Nel Tottenham Pochettino schiera un 4-3-3 super offensivo con Alli e Son a sostenere la punta centrale Kane, mentre a centrocampo trova spazio il trio Dier-Dembele-Eriksen con il danese apparso non in serata dopo la grande prestazione dell'andata.

Nella prima frazione sono i padroni di casa a tenere il pallino del gioco schiacciando nella propria metà campo i bianconeri, che riescono raramente a creare occasioni pericolose per via di una manovra lenta e poco fluida che da la possibilità agli avversari di schierarsi a pieno regime in difesa. Dopo il vantaggio del Tottenham realizzato al 39esimo della prima frazione la gara sembra mettersi in discesa per i padroni di casa che non hanno però messo in conto l'orgoglio degli uomini di Allegri, che nella ripresa reagiscono e mettono alle corde gli inglesi con un uno-due micidiale.

Decisivi i cambi di Max Allegri che manda in campo Asamoah per uno spento Matuidi e Lichtsteiner per Benatia apparso affaticato dopo una buona gara, Barzagli scala così al centro con il terzino svizzero che si schiera a destra risultando decisivo nella rete del pari di Higuain. Con questi due ingressi la Juventus prende coraggio alzando il baricentro e ritrovando quella compattezza che per 60 minuti non si era vista, non è un caso che sulle due fasce i bianconeri da quel momento sono riusciti a mettere sotto gli avversari costringendoli ad abbassare il baricentro e difendersi.

Un plauso alla Juventus che conferma di aver raggiunto una dimensione internazionale importante dando filo da torcere a chiunque in campo europeo, attenzione ai bianconeri che anche quest'anno potranno dire la sua fino alla fine nella massimo competizione europea.

La palma di migliore in campo spetta senza dubbio a Douglas Costa

Nella partita vinta in casa del Tottenham non ci sono solo Dybala e Higuain a far gioire i tifosi bianconeri in quanto a brillare è stata un altra stella, quella di Douglas Costa autore di una gara fenomenale con spunti d'alta classe che hanno letteralmente fatto ammattire la difesa avversaria. In attesa dei rientri di Mandzukic, Cuadrado e Bernardeschi i tifosi bianconeri possono godersi le prodezze del fuoriclasse brasiliano che piano piano sta dimostrando di che pasta è fatto, giustificando così l'investimento fatto in estate dalla Juventus che ha speso oltre 40 milioni di euro. Una menzione a parte la meritano anche Chiellini e Barzagli che hanno disputato una grandissima gara limitando il fuoriclasse Kane, per entrambi gli anni passano ma i risultati sono sempre eccellenti grazie alle loro prestazioni sempre all'altezza.

Un plauso a Juventus che da anni tiene alto l'onore dell'Italia in Champions con risultati eccellenti, non è un caso che nelle ultime tre stagioni i bianconeri hanno disputato due finali con il sogno di raggiungere la terza in quattro anni quest'anno.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!