Quest'anno, il campionato di Serie A parrebbe essere più equilibrato degli scorsi anni, con due squadre in piena lotta per il titolo. Una cosa è certa: tra Juventus e Napoli, per ora, regna l'equilibrio. Andiamo ad analizzare brevemente il momento di forma delle due squadre in vetta, concentrandoci, in un secondo momento, anche sulla lotta retrocessione.

Pubblicità
Pubblicità

Partiamo dalla squadra che ha vinto gli ultimi sei tornei, la Juventus. I bianconeri hanno collezionato 14 risultati utili consecutivi, non ultima la brillante vittoria di Wembley, che ha regalato i quarti ad Allegri. Per quanto riguarda il finale di stagione, la Juventus ora dovrà affrontare un rush finale pazzesco. La squadra di Allegri, ad oggi, è in gioco in tutte le competizioni; si trova, infatti, in finale di Coppa Italia, ai quarti di finale di Champions ed è in piena lotta Scudetto.

La Juventus campione d'Italia 2016-2017.
La Juventus campione d'Italia 2016-2017.

In campionato, la Juve dovrà affrontare sfide molto toste e complesse, ad esempio contro la Sampdoria o contro la Roma, l'Inter e il Milan,e il forse decisivo scontro diretto contro il Napol.

Ma adesso passiamo al Napoli, squadra che attualmente occupa la prima posizione in campionato, nonostante l'ultima sconfitta contro la Roma e nonostante i rivali bianconeri abbiano una gara in meno. Anche gli azzurri dovranno affrontare gare molto toste ma il Napoli potrebbe essere avvantaggiato rispetto alla Vecchia Signora, in quanto in corsa solamente per lo scudetto, essendo stato eliminato dall'Atalanta nei quarti di Coppa Italia e dal Lipsia negli ottavi di Europa League.

Pubblicità

Dopo Napoli e Juventus, in classifica, al terzo posto troviamo la Roma di Di Francesco, che si può dire ormai fuori dalla lotta scudetto, in quanto dista 15 punti dai bianconeri. E' apertissima, invece, la lotta per l'Europa League e per gli ultimi due posti di Champions, con cinque squadre nel giro di nove punti.

Uno sguardo alla lotta retrocessione

Anche nelle parti basse della classifica possiamo trovare una sfida molto equlibrata, ad eccezzione del Benevento che è distante 13 punti dalla Spal quartultima.

E partiamo proprio dai campani che, nonostante un ottimo mercato di riparazione con acquisti del calibro di Sagna e Sandro (due ex Premier League), i risultati stentano ad arrivare. Ormai per il Benevento la salvezza è molto dura, al contrario delle altre due squadre principalmente interessate. L'Hellas Verona è, infatti, a -4 dalla salvezza, così come il Crotone ne ha due in meno.

Leggi tutto