Rimonte più o meno epiche in oltre sesssant'anni di competizioni europee. Quella a cui è chiamata la Juventus non ha precedenti, in nessuna circostanza una squadra italiana è riuscita a ribaltare un tonfo casalingo così pesante come quello dei bianconeri in casa con il Real Madrid. La Roma invece deve recuperare tre gol al Barcellona senza subirne. Ma quante volte nella storia delle competizioni europee le squadre di casa nostra sono riuscite a rimediare ad una sconfitta subita all'andata? Dalla stagione 1955/56 in cui nacque la Coppa dei Campioni fino alla stagione attualmente in corso, la 'remuntada' è riuscita in 80 circostanze.

Ovviamente i passivi minimi sono i più semplici da recuperare ed il fattore campo incide nella stragrande maggioranza dei casi. Poche, infatti, le occasioni in cui i club italici hanno rimontato in trasferta.

Pazza, straordinaria Inter

L'Inter è regina di rimonte, alcune davvero epiche. In 16 circostanze, infatti, i nerazzurri hanno ottenuto il passaggio del turno in Europa dopo aver perso la gara d'andata. In quattro di queste doppie sfide, il club milanese ha recuperato uno svantaggio di due reti: è accaduto nella Coppa dei Campioni 1964/65 (0-2 e 3-0 con il Liverpool) e nelle edizioni della Coppa Uefa 1983/84 (0-2 e 5-1 dts con il Groningen), 1990/91 (0-2 e 3-0 con l'Aston Villa) e 1997/98 (0-2 e 3-0 con lo Strasburgo).

L'Inter è inoltre l'unica formazione italiana ad aver ribaltato per tre volte il passivo in trasferta: nella Coppa Uefa 1987/88 (0-1 e 2-0 con il Turun Palloseura) e 1997/98 (1-2 e 3-1 con il Lione) e nella Champions League 2010/2011 (0-1 e 3-2 con il Bayern). Nelle altre circostanze, i nerazzurri hanno recuperato lo svantaggio di un gol: è accaduto nella Coppa dei Campioni 1965/66 (1-2 e 2-0 con la Dinamo Bucarest), nella Coppa delle Coppe 1982/83 (0-1 e 2-0 con l'Az '67 Alkmaar) e nella Coppa Uefa 1983/84 (0-1 e 2-0 con il Trabzonspor), 1984/85 (0-1 e 2-0 con lo Sportul Bucarest; 1-2 e 1-0 con l'Amburgo), 1985/86 (0-1 e 4-0 con il Lask Linz), 1986/87 (2-3 e 1-0 con il Legia Varsavia), 1990/91 (1-2 e 3-1 dts con il Rapid Vienna), 1993/94 (2-3 e 3-0 con il Cagliari) e 2001/2002 (0-1 e 4-1 con l'Ipswich Town).

Juventus, tre 'remuntade Real'

La rimonta di un passivo incassato nel match d'andata è riuscita in 14 occasioni alla Juventus e, se può servire da buon auspicio in vista del match del Bernabeu, per tre volte il Real Madrid è stato una 'vittima' dei bianconeri in tal senso. Il ribaltone nei confronti dei blancos è accaduto in tre edizioni della Champions League: 1995/96 (0-1 e 2-0), 2002/2003 (1-2 e 3-1) e 2004/2005 (0-1 e 2-0 dts).

La Vecchia Signora però non è mai riuscita a rimontare più di un gol di passivo e tutte i risultati recuperati sono relativi a sconfitte di misura: Coppa dei Campioni 1967/68 (2-3, 1-0 e successo 1-0 anche nella 'bella' contro l'Eintracht Braunschweig) e 1972/73 (0-1 e 3-0 con il Marsiglia), Coppa Uefa 1974/75 (1-2 e 3-0 con il Viktoria Francoforte), Coppa dei Campioni 1975/76 (1-2 e 2-0 con il CSKA Sofia), Coppa Uefa 1976/77 (0-1 e 2-0 con il Manchester City; 0-1 e 3-0 con il Manchester United), Coppa delle Coppe 1979/80 (0-1 e 3-0 dts con il Beroe), Coppa dei Campioni 1981/82 (0-1 e 2-0 con il Celtic Glasgow), Coppa Uefa 1988/89 (0-1 e 5-0 con l'Otelul Galati) e 1992/93 (1-2 e 3-0 con il Benfica).

Poi, dopo i tre precedenti già citati con il Real Madrid, c'è la rimonta al Werder Brema nella Champions League 2006/2006 (2-3 e 2-1).

Milan, ribaltone all'esordio

Il Milan fu la prima squadra italiana ad esordire in Coppa dei Campioni nella lontana stagione 1955/56 e, nella circostanza, si rese protagonista di una rimonta in trasferta (3-4 e 4-1 con il Saarbrucken). In una sola occasione i rossoneri hanno rimediato ad un passivo di 2 gol, nella Coppa Uefa 1985/86 (1-3 e 3-0 con l'Auxerre), mentre in altre 6 occasioni hanno rimontato uno scarto minimo: Coppa dei Campioni 1957/58 (1-2 e 4-0 con il Manchester United) e 1968/69 (1-2 e 4-1 con il Malmoe), Coppa Uefa 1976/77 (3-4 e 2-0 con l'Akademik Sofia), 1987/88 (0-1 e 3-0 con lo Sporting Gijon) e 2001/2002 (0-1 e 2-0 con l'Hapoel Tel Aviv).

Infine nella Champions League 2006/2007 (2-3 e 3-0 con il Manchester United) per un totale di 8 rimonte.

Roma, indimenticabile la sfida con il Dundee

Sono 8 anche le rimonte europee della Roma, la più celebre è legata alla semifinale di Coppa dei Campioni 1983/84 contro il Dundee United (0-2 e 3-0). Altre due epiche 'remuntade' caratterizzeranno il cammino giallorosso nella Coppa Uefa 1988/89, quella in trasferta con il Norimberga (1-2 e 3-1 dts) e quella ai danni del Partizan Belgrado (2-4 e 2-0). A queste vanno aggiunte le 6 circostanze in cui la 'magica' ha recuperato ad una sconfitta minima fuori casa: Coppa Uefa 1975/76 (0-1 e 2-0 con l'Osters), Coppa delle Coppe 1982/83 (0-1 e 2-0 con il Colonia), Coppa Uefa 1995/96 (1-2 e 3-1 con il Broendby) e 2003/2004 (0-1 e 2-0 con il Gaziantepspor).

L'ultima è recentissima, quella ai danni dello Shakhtar nell'attuale edizione della Champions League (1-2 e 1-0).

Bologna e Parma, le imprese 'titaniche'

Nella Coppa Uefa 1990/91, il Bologna si rese protagonista di un'impresa storica senza precedenti. Fu infatti la prima squadra italiana a rimontare sul proprio campo un passivo di 0-3 incassato in trasferta. La vittima fu l'Admira Wacker, battuta al Dall'Ara 3-0 dopo i supplementari con i rossoblu che si qualificarono dopo i rigori. Nel turno precedente, il Bologna aveva messo a segno un'altra grande rimonta ai danni dell'Heart of Midlothian (1-3 e 3-0). La terza ed ultima rimonta del club emiliano sarebbe stata nella Coppa Uefa 1999/2000 contro l'Anderlecht (1-2 e 3-0).

Nella Coppa delle Coppe 1995/96, il Parma avrebbe fatto di meglio vincendo 4-0 in casa entro il '90 il match contro l'Halmstad dopo aver perso 0-3 in Svezia. Nel complesso le rimonte ducali nel periodo d'oro sono 7: oltre a quella citata, infatti, c'è quella in Supercoppa contro il Milan nel 1993 ottenuta in trasferta (0-1 e 2-0) e poi, in ordine cronologico, la Coppa delle Coppe 1993/94 (1-2 e 1-0 con il Benfica), la Coppa Uefa 1994/95 (0-1 e 2-0 con il Vitesse; 0-1 e 4-2 con l'Athletic Bilbao) e 1998/99 (0-1 e 3-1 con il Fenerbahce; 1-2 e 6-0 con il Bordeaux).

Sampdoria ed Udinese, squilli in trasferta

Anche la Sampdoria si è resa protagonista di rimonte continentali, 6 nel complesso. Le prime due in Coppa delle Coppe edizione 1988/89 (1-2 e 2-0 con il Norrkoping e 1-2 e 3-0 con il Malines).

Poi, sempre nello stesso trofeo, nella stagione 1990/91 (0-1 e 2-0 con il Kaiserslautern), in Coppa dei Campioni 1991/92 (1-2 e 3-1 con la Honved di Budapest) ed in Coppa delle Coppe 1994/95, 2-3 e 2-0 con il Bodo Glimt e l'ultima in trasferta con il Porto, 0-1, 1-0 dts e successo ai rigori. Due sono le 'remuntade' dell'Udinese, nelle edizioni della Coppa Uefa 1997/98 (0-1 e 3-0 con il Widzew Lodz) e 1999/2000, quest'ultima fuori casa con il Bayer Leverkusen (0-1 e 2-1).

Napoli, Torino e Lazio

Con tre rimonte a testa, troviamo appaiate in questa speciale classifica Napoli, Torino e Lazio. Relativamente ai partenopei, la più celebre è senza dubbio quella in Coppa Uefa 1988/89 ai danni della Juventus (0-2 e 3-0 dts).

In precedenza, gli azzurri avevano rimontato due gol ai gallesi del Bangor City in Coppa delle Coppe nella stagione 1962/63 (0-2, 3-1 e 2-1 nella 'bella') ed uno ai sovietici della Dinamo Tblisi nella Coppa Uefa 1982/83 (1-2 e 1-0). Il Torino recuperò la Dinamo Tirana nella Coppa delle Coppe 1968/69 (0-1 e 3-1), il Real Madrid nella Coppa Uefa 1991/92 (1-2 e 2-0) ed il Norrkoping nella Coppa Uefa 1992/93 (0-1 e 3-0). La Lazio, infine, ha ribaltato il risultato nella Coppa Uefa 1974/75 (0-1 e 3-0 con il Chernomorets Odessa), 1977/78 (0-1 e 5-0 al Boavista) e nell'attuale edizione dell'Europa League, 0-1 e 5-1 alla Steaua Bucarest.

Gli altri ribaltoni

Due rimonte europee nella storia della Fiorentina: Coppa delle Coppe 1961/62 (2-3 e 2-0 con lo Zilina) e nella Coppa Uefa 1989/90 (0-1 e 1-0 con vittoria ai rigori sull'Atletico Madrid).

Altrettante quelle dell'Atalanta, ambedue in Coppa delle Coppe 1987/88 (1-2 e 2-0 con il Merthyr Tydfil; 0-1 e 2-0 con l'Ofi Creta). Una 'remuntada' a testa, infine, per Genoa, Cagliari e Palermo, tutte in Coppa Uefa. Il Grifone ribaltò l'Oviedo nella stagione1991/92 (0-1 e 3-0), il Cagliari eliminò in rimonta la Dinamo Bucarest dell'edizione del trofeo 1993/94 (2-3 e 2-0), i siciliani rimontarono lo Slavia Praga (1-2 e 1-0) nella stagione 2005/2006.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la pagina A.S. Roma
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!