Mercoledì, alle ore 18:30, si giocherà il derby di Milano tra Milan ed Inter, valido per il recupero della ventisettesima giornata di campionato: match che fu rinviato il 4 marzo a causa della tragedia Astori, con il capitano della Fiorentina trovato senza vita nella camera d'albergo nella notte tra sabato e domenica alla vigilia del match che i viola avrebbero dovuto giocare a Udine contro l'Udinese.

Una partita fondamentale per la corsa Champions visto che i nerazzurri attualmente sono quarti in classifica a 58 punti, a due punti dalla Roma terza e con un punto di vantaggio sulla Lazio, con le due romane che hanno già giocato: quindi, con un successo, la squadra di Luciano spalletti potrebbe balzare al terzo posto e portarsi con quattro punti di vantaggio sui biancocelesti, eliminando definitivamente il Milan dalla corsa Champions.

I rossoneri, infatti, dopo una lunga rincorsa che li ha portati a 50 punti, hanno subito un brusco stop con la Juventus, perdendo 3-1 e andando a meno otto dai cugini. Una sconfitta che mancava da più di tre mesi visto che l'ultimo stop era arrivato il 20 dicembre, quando fu l'Atalanta a imporsi per 2-0 al Meazza.

Le scelte di Spalletti

Il tecnico dell'Inter, Luciano Spalletti, sta già meditando la formazione da mandare in campo contro il Milan mercoledì. In porta ci sarà, ovviamente, Samir Handanovic mentre la linea difensiva sarà composta da Joao Cancelo, Milan Skriniar, Joao Miranda e Danilo D'Ambrosio, anche se quest'ultimo è in dubbio essendo uscito acciaccato dal match contro il Verona, vinto 3-0.

In caso di forfait dovrebbe giocare Davide Santon, certificando la bocciatura definitiva di Dalbert.

A centrocampo conferma per Marcelo Brozovic, lanciato a sorpresa dal primo minuto contro il Napoli e non uscito più dal campo. Il centrocampista croato sembra rigenerato ed è stato in grado di trasformare i fischi di San Siro in applausi, facendo ricredere anche il suo tecnico, che in conferenza stampa domenica ha ammesso come fino ad ora aveva sbagliato nello schierarlo dietro le punte visto che il suo ruolo è davanti alla difesa, libero di spaziare.

Accanto a Brozovic c'è il vero dubbio di Spalletti visto che in pole position c'è Gagliardini, che come Brozovic è tornato in campo dal primo minuto contro il Napoli, venendo confermato anche contro la Sampdoria e il Verona.

In attacco conferme per Rafinha, Candreva e Perisic dietro al centravanti argentino, Mauro Icardi, domenica arrivato a quota 102 gol con la maglia dell'Inter.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!