Grande spettacolo al Filadelfa ieri sera, dove è andata in scena la finale d'andata della Coppa Italia Primavera. A seguire, le pagelle di Torino-Milan Primavera, con i top e flop dei primi novanta minuti della sfida. La partita si è conclusa 2-0 a favore della squadra di mister Coppitelli, grazie ai gol di Butic e Rauti ad inizio secondo tempo. Nella nostra diretta dell'incontro, abbiamo avuto modo di raccontare le azioni più importanti della gara, mettendo in luce le prestazioni importanti a livello di singoli e squadra della formazione granata. Al di sotto della sufficienza, invece, tanti giocatori del Milan, che è uscito fuori soltanto nel finale di gara, dove avrebbe meritato almeno una rete.

Top e flop Torino-Milan Primavera (andata finale Coppa Italia Primavera)

Torino Primavera

Coppola voto 5: nel finale di gara, il portiere granata si rende protagonista di uscite tanto folli quanto incomprensibili, che rischiano di vanificare quanto di buono fatto dai suoi compagni fino ad allora. A San Siro dovrà cambiare assolutamente registro se non vuole mettere in difficoltà la sua squadra.

Butic voto 7: sblocca la gara in contropiede, dimostrando grande freddezza e una discreta finalizzazione sotto porta. Il Campionato Primavera inizia a stare stretto all'ex punta dell'Inter, classe 1998, che compirà 20 anni nel mese di agosto.

Adopo voto 8: insieme a Borello, il centrocampista francese classe 2000 è il migliore dei suoi.

Fisico devastante, capace di fare entrambe le fasi, annulla da solo il centrocampo rossonero. Ha ancora forza nelle gambe a fine gara, quando riesce a salvare i suoi dal possibile gol che avrebbe riaperto i giochi a favore degli avversari rossoneri.

Borello voto 8: nel tridente offensivo del Torino è il calciatore più pericoloso.

Parte largo da destra per accentrarsi con il sinistro e servire o il centravanti Butic oppure provare la conclusione personale. Ridicolizza Mastour e Campeol nella prima mezz'ora di gioco, costringendo mister Lupi a spostare l'italo-marocchino sulla corsia opposta.

Milan Primavera

Hachim Mastour voto 4: insieme a Campeol è il peggiore dei suoi.

Dopo i primi cinque minuti di gara, l'ex baby talento rossonero sparisce letteralmente dal campo, venendo inghiottito dalla personalità di Giuseppe Borello prima, e dalla lucidità di Rauti e Fiordaliso poi. Seconda prestazione negativa per Mastour, che segue quella messa in mostra durante il match contro la Primavera della Juve una settimana fa.

Pobega voto 5: uno dei più talentuosi centrocampisti del settore giovanile del Milan stecca una delle più importanti partite della stagione. Subisce il grande atletismo di Adopo, va in difficoltà a causa dei movimenti di Rauti e Borello, che spesso si sono accentrati sulla trequarti mandando in crisi l'intero sistema di gioco rossonero.

Guarnone voto 6,5: il portiere della Primavera del Milan nel primo tempo si rende autore di un miracolo sulla conclusione di Butic, portando i rossoneri negli spogliatoi sul punteggio di 0-0.

Non può nulla sui due gol granata ad inizio ripresa.

Bellanova 7: nonostante la serata da dimenticare per il resto della squadra, il terzino destro del Milan è autore di una prova molto convincente sulla propria corsia di destra, dove riesce ad essere più pericoloso di Dias e Mastour per tutto il primo tempo. Classe 2000, ha un futuro luminoso davanti a sé.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!