Ieri è andato in scena l'anticipo della 33^ giornata di Serie A tra Inter e Cagliari. Nerazzurri che, dopo il pari contro l'Atalanta, sono riusciti a vincere grazie ad un poker firmato João Pedro Cavaco Cancelo, Mauro Icardi, Marcelo Brozović ed Ivan Perišić.

Spalletti ha confermato il 3-4-2-1 con: Samir Handanovič; Danilo D'Ambrosio, João Miranda, Milan Škriniar; Ivan Perišić, Marcelo Brozović, Roberto Gagliardini, João Pedro Cavaco Cancelo; Rafinha, Yann Karamoh; Mauro Icardi.

Diego Lòpez invece è andato verso il 3-4-1-2 con: Alessio Cragno; Marco Andreolli, Filippo Romagna; Niccolò Giannetti, Artur Ioniță, Simone Padoin, Senna Miangue; Andrea Cossu; Damir Céter Valencia, Marco Sau.

Nerazzurri che hanno già colpito al 3' di gioco con un calcio di punizione di João Cancelo in zona laterale.

Al 13' Inter ad un passo dal raddoppio con Yann Karamoh, tiro che è concluso a lato solo davanti ad Alessio Cragno. Dopo pochi minuti il talento cresciuto nel Caen Malhèrbe ha colpito la traversa con un tiro al volo derivante da un cross de D'Ambrosio.

Rossoblù che non sono mai riusciti a velocizzare la manovra e creare qualche occasione, son bloccati dall'intero 11 nerazzurro. Al minuto 36 si è infortunato Roberto Gagliardini ed al suo posto è entrato Borja Valero. Lòpez ha rinforzato il suo Cagliari cambiando modulo: dal 3-4-1-2 al 4-4-2.

Nel primo minuto di recupero viene annullato un gol all'Inter, precisamente a Karamoh per evidente posizione di fuorigioco su assist di testa di Mauro Icardi.

Fine primo tempo che è terminato con l'Internazionale dominante in questo match rispetto ad un Cagliari assente.

Al 4' della ripresa è arrivato il gol del raddoppio col capitano ex Sampdoria su assist di Rafinha Alcantara, tiro che l'argentino non ha sbagliato davanti a Cragno. Per lui è il 25° gol stagionale, un record da quando è nel club nerazzurro.

Nell'ora di gioco Brozović ha segnato il gol del 3-0 con un destro a giro, dopo un "battibecco" tra Icardi e la difesa sarda. I rossoblù ci hanno provato a mostrarsi davanti ad Handanovič con Miangue ma quest'ultimo ha perso la sfera servita da Cossu.

Dopo un notevole giro-palla da parte degli uomini di Spalletti, nel finale è arrivato il poker servito da Ivan Perišić.

In classifica i nerazzurri sono al 3° posto con 63 punti, in attesa delle gare di Roma e Lazio, mentre il Cagliari è 14° con 32 punti, a soli 5 punti dalla zona retrocessione.

Milan, col Torino sono obbligatori i 3 punti

Con l'Inter vittorioso in casa contro i sardi e con Roma e Lazio pronte a sfidare rispettivamente Genoa e Fiorentina, il Milan deve obbligatoriamente vincere in casa del Torino, reduce da 10 punti nelle ultime 5 gare. Gattuso, privo di Romagnoli, va verso il 4-3-3 con Abate e Zapata e Kalinić ancora titolare in attacco.

Ecco la probabile formazione rossonera: Gianluigi Donnarumma; Ignazio Abate, Cristiàn Zapata, Leonardo Bonucci, Ricardo Rodriguez; Franck Yannick Kessiè, Lucas Rodrigo Biglia, Giacomo Bonaventura; Suso, Nikola Kalinić, Hakan Çalhanoğlu.

Walter Mazzarri, con tutta probabilità, risponde col 3-4-1-2: Salvatore Sirigu; Nicolas Alexis Julio N'Koulou N'Doubena, Nicolás Andrés Burdisso, Emiliano Moretti; Lorenzo De Silvestri, Tomás Eduardo Rincón Hernández, Daniele Baselli, Cristian Ansaldi; Adem Ljajić; Iago Falque Silva, Andrea Belotti.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Milan
Segui
Segui la pagina Tecnologia
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!