Tre giornate alla fine del campionato e forse l'unica cosa certa è l'ennesima vittoria dello scudetto da parte della Juventus, complice l'inatteso passo falso del Napoli a Firenze la scorsa settimana.

Quindi, certa la presenza alla prossima Champions di Juve e Napoli rimangono due i posti da assegnare.

Stati d'animo a confronto

Al momento la classifica premierebbe le due romane rispettivamente al terzo e quarto posto con 70 punti, segue l'Inter a 66 che in questo modo dovrebbe accontentarsi di un piazzamento ai gironi di Europa League. Ma scendiamo più nel dettaglio.

Senza alcun dubbio le tre squadre in questione hanno vissuto momenti di alti e bassi alternando prestazioni maiuscole a performance non indimenticabili.

La Roma, fino a qualche giorno fa, si contendeva l'accesso in finale di Champions League, poi reso impossibile anche a causa delle decisioni arbitrali, che hanno pregiudicato non poco l'esito della sfida con il Liverpool. In campionato, tutto sommato, il cammino è stato più che positivo, impreziosito con le ultime tre vittorie ai danni di Chievo, Spal e Genoa.

I biancocelesti hanno da poco smaltito la delusione rimediata in Europa League in casa del Salisburgo. Tutti ricorderanno i 20 minuti di black-out che hanno colpito la squadra di Simone Inzaghi, capace di cestinare una qualificazione alle semifinali che pareva ormai certa. C'è da dire che in campionato la Lazio ha offerto delle pesanti lezioni ai danni di Torino (in trasferta), Sampdoria e Fiorentina (in trasferta).

Per quanto riguarda i nerazzurri certamente non si può dire che le cose stiano andando per il meglio. I nerazzurri, non impegnati in alcuna competizione europea, stanno seriamente rischiando di non raggiungere l'obiettivo prefissato a inizio stagione: la qualificazione alla prossima Champions. Complice l'ultima sconfitta al Meazza rimediata ai danni degli acerrimi rivali della Juventus: i ragazzi di Spalletti sono la squadra che appare più in difficoltà in questo momento della stagione.

Calendari a confronto

Calendari alla mano si può affermare che tra le tre squadre sopracitate la compagine che sulla carta dovrà affrontare partite più delicate sono i biancocelesti di Inzaghi.

Analizziamo più nel dettaglio la situazione. Partiamo dalla Roma. I giallorossi, al momento terzi in virtù dello scontro diretto a favore proprio ai danni della Lazio, stasera scenderanno in campo a Cagliari nel posticipo valido per la trentaseiesima giornata.

Partita che può celare delle insidie visto che i rossoblu sono alla ricerca disperata di punti salvezza. In quel momento, la squadra di Di Francesco saprà già i risultati di Inter e Lazio visto che giocheranno rispettivamente alle 12,30 e alle 15.

Nella giornata successiva la Roma riceverà la Juve, che però potrebbe essere già campione d'Italia in caso di successo stasera nella sfida contro il Bologna e di sconfitta del Napoli domani al San Paolo contro il Torino. Questo, ad ogni modo sarà un match delicato che potrebbe segnare le sorti del campionato.

Infine, nell'ultima giornata i giallorossi andranno al Mapei Stadium, andando a sfidare un Sassuolo che salvo scossoni in quel momento dovrebbe già essere salvo.

Passiamo alla Lazio. La squadra di Inzaghi domani ospiterà un'Atalanta in cerca di punti per l'Europa League, sfida non facile visto il trend positivo della squadra di Gasperini, imbattuta da 5 turni. La Lazio già alle 15 saprà l'esito della sfida dell'Inter; aspetto da non sottovalutare dal momento che in caso di vittoria i nerazzurri si porterebbero a -1, mettendo così pressione psicologica.

La giornata successiva i ragazzi di Inzaghi saranno ospiti del Crotone, all'Ezio Scida, partita che potrebbe anche non significare nulla per la squadra di Zenga in caso di vittoria domani contro il Chievo, pretendente nella corsa salvezza. Altrimenti, la sfida assumerebbe certamente uno spirito diverso poiché i pitagorici dovrebbero assolutamente non perdere per non rischiare la retrocessione.

Infine, la sfida che potrebbe significare tutto o nulla proprio contro l'Inter. Infatti, se i biancocelesti dovessero vincere entrambe le sfide contro Atalanta e Crotone sarebbero matematicamente in Champions anche in caso di sconfitta contro i nerazzurri. Ma in caso di passo falso in una delle due partite e di consequenziali vittorie dell'Inter la partita dell'Olimpico avrebbe il fascino delle partite da grandi occasioni, match da dentro o fuori.

L'inter, ovviamente la squadra messa peggio delle tre, visti i 4 punti di distanza, deve assolutamente sperare in un passo falso di almeno una delle due compagini che ha davanti dal momento che non basterebbero neppure tre vittorie di fila per ottenere il tanto ambito posto Champions.

I ragazzi di Spalletti oggi alle 12,30 scenderanno in campo alla Dacia Arena di Udine, dove affronteranno un Udinese in piena crisi di risultati (14 risultati senza vittoria ndr) che farà di tutto per aritmeticare la salvezza. In caso di passo falso, i nerazzurri sarebbero praticamente fuori dalla lotta Champions.

Ad ogni modo, sabato prossimo l'Inter ospiterà al Meazza il Sassuolo. La squadra di Iachini a quel punto potrebbe essere già salva qualora non dovesse arrivare una sconfitta interna con la Samp domani pomeriggio.

L'ultima giornata, come già anticipato vedrà i nerazzurri impegnati all'Olimpico contro la Lazio, che potrebbe essere già certa del piazzamento in Champions o pronta a dare battaglia ai nerazzurri.

Quindi, dati alla mano, l'Inter dovrà confidare nella dea fortuna se vorrà accedere alla coppa dalle grandi orecchie, dalla quale risulta assente da ben 7 anni.

Le due romane, quindi, con 2 vittorie sarebbero certe del posto in Champions ma per queste sfide i biancocelesti dovranno fare a meno del loro bomber Ciro Immobile, infortunatosi lo scorso week-end a Torino.

Ricordiamoci che se due o tutte e 3 le squadre dovessero arrivare a pari punti si posizionerà davanti la squadra che ha ottenuto il miglior punteggio nel doppio confronto dello scontro diretto.

Non ci resta altro che goderci gli ultimi 270 minuti di campionato, al termine dei quali avremo il quadro completo della situazione.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!