Il Foggia è in procinto di finire un campionato positivo dal punto di vista sportivo e tecnico, che l'ha visto passare da una prima parte di stagione in fondo alla classifica ad un girone di ritorno giocato da protagonista. Un campionato però fatto anche di tante nubi e incertezze sul piano societario. Il commissariamento della società ha creato qualche problema soprattutto sotto l'aspetto organizzativo, anche se non ha cambiato le idee della società: investire per il futuro. Nember in settimana ha fatto intendere, nelle sue dichiarazioni, che non vuole andare via da Foggia ma in realtà non ha ancora rinnovato: la situazione resta in stand by.

La società vorrebbe investire e il sogno Serie A è grande, ma le incertezze ci sono e la tifoseria, così come mister e direttore sportivo, attende segnali. Numerosi sono i calciatori in scadenza di contratto e si spera che al più presto si possa iniziare a lavorare in ottica futura.

Anche l'allenatore Stroppa sabato, dopo la sconfitta in extremis sul campo del Venezia (che sogna la Serie A), ha spiegato: "più volte con la società abbiamo parlato di un progetto ambizioso per l'anno prossimo, in questo momento però siamo a bocce ferme." Come dire: io ci sono, aspetto segnali da parte della società. Insomma, in questo momento Foggia è praticamente a metà strada tra un sogno luminoso e le incertezze buie. Tutti sperano che nei prossimi giorni le nubi possano andar via e il sole possa tornare a splendere in una piazza così importante.

Serie B: il Parma inciampa e Frosinone sogna

Nelle gare del quarantesimo turno del campionato, il Parma ha inciampato clamorosamente sul campo del Cesena che ha confermato le sue doti di cinismo. I cesenati sono riusciti a portare a casa una vittoria importante dal punto di vista del morale ma soprattutto per la classifica: la zona retrocessione - play out adesso è lontana 4 punti a due gare dalla fine della regular season.

Questo risultato non può che far piacere al Frosinone che si ritrova al secondo posto a 180 minuti dal traguardo. La classifica adesso dice: Frosinone 68, Palermo 67 e Parma 66 e soltanto una delle tre potrà godere della promozione diretta in Serie B (l'altra promossa è l'Empoli). Sarà battaglia fino alla fine, soprattutto tra laziali e siciliani, considerando che ieri il Parma ha visto ridurre al lumicino le sue speranze di promozione diretta in Serie A.

Le neopromosse dalla Serie C, Livorno, Lecce e Padova, ieri hanno salutato la terza categoria del calcio professionistico e non vedono l'ora di sbarcare nel calcio che conta.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Serie B
Segui
Segui la pagina Serie C
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!