L'Inter è probabilmente una delle squadre più attive in questa sessione di Calciomercato. I nerazzurri, infatti, si stanno muovendo sia per quanto riguarda le operazioni in entrata che per quelle in uscita, vista l'esigenza di dover chiudere il bilancio in pareggio entro il 30 giugno.

La società nerazzurra sembra ad un passo dall'acquisto del centrocampista belga della Roma, Radja Nainggolan. Con un anno di ritardo, dunque, il tecnico Luciano Spalletti potrà riabbracciare il Ninja, richiesto fortemente anche lo scorso anno. In quel caso i giallorossi non vollero saperne di sedersi al tavolo delle trattative, nonostante un'offerta da quasi cinquanta milioni di euro.

Adesso, però, le cose sono cambiate e i capitolini hanno scaricato il centrocampista belga, come testimoniato anche dal colpo Pastore. Per l'arrivo del Flaco nella Capitale manca solo l'ufficialità ma c'è già l'accordo con il Paris Saint Germain (intorno ai diciotto milioni di euro).

Per Nainggolan l'Inter verserà nelle casse della Roma circa ventidue milioni di euro più due contropartite tecniche. Una sarà sicuramente il fantasista della Primavera nerazzurra, Niccolò Zaniolo, mentre l'altro verrà scelto in una rosa di nomi messa a disposizione dai nerazzurri e che comprenderà [VIDEO] Pinamonti, Emmers e Pompetti. Nainggolan andrà a firmare un contratto quadriennale, fino al 2022, a cinque milioni di euro a stagione più bonus.

Non solo Nainggolan

Radja Nainggolan, però, non è l'unico acquisto a cui sembra molto vicina l'Inter.

I nerazzurri, infatti, sembrano a buon punto anche per l'acquisto dell'attaccante [VIDEO] esterno brasiliano, Malcom. Il Bordeaux, infatti, ha aperto alla cessione del gioiello classe 1997 in prestito ma solo se questo sarà molto oneroso. Resta da trovare l'accordo per le cifre visto che l'obbligo di riscatto non potrà essere utilizzato. Il prestito sarà molto oneroso, da circa otto milioni di euro, con il diritto di riscatto fissato a trentadue milioni che, a quel punto, l'Inter potrebbe esercitare per non gettare gli otto milioni investiti per il prestito.

Malcom rappresenta quel tipo di giocatore che Spalletti ha chiesto con grande forza già a gennaio visto che è un calciatore molto duttile, essendo in grado di giocare su tutto il fronte d'attacco, e molto concreto visto che quest'anno, in Ligue 1, ha messo a segno dodici reti e collezionato sette assist in trentacinque presenze. Malcom potrebbe prendere il posto di Candreva, autore di una stagione al di sotto delle aspettative e la cui permanenza non è così scontata.

Su di lui ci sono da registrare alcuni sondaggi dai club di Premier League, ma l'Inter non accetterà di trattare la sua cessione per offerte inferiori ai venti milioni di euro.

Sta prendendo forma, dunque, la nuova Inter, che cambierà volto il prossimo anno, anche dopo l'addio di Rafinha e Joao Cancelo, tornati al Barcellona e al Valencia dopo i rispettivi prestiti. Per il fantasista brasiliano c'è ancora qualche piccola speranza di portarlo a Milano in prestito, mentre il laterale portoghese sembra sempre più vicino alla Juventus, che tratta con il Valencia sulla base di quaranta milioni di euro.