Nella serata di ieri ai Mondiali di Calcio in Russia si è completato il gruppo B con la Spagna ed il Portogallo che sono riuscite a qualificarsi agli ottavi di finale nonostante i rispettivi pareggi ottenuti contro Marocco ed Iran.

A Kaliningrad le "Furie Rosse" hanno pareggiato in extremis per 2-2 grazie ad un colpo di tacco nel finale da parte di Iago Aspas, dapprima annullato ma poi convalidato dal Video Assistant Referee. Invece i lusitani si sono qualificati come secondi grazie al pari (1-1) contro l'Iran, rischiando anche il sorpasso nel finale.

Spagna-Marocco 2-2, i Leoni dell'Atlante tengono testa a Hierro

Il Commissario Tecnico della Spagna Fernando Hierro ha optato per un 4-3-3 concedendo poco turnover, con Diego Costa al centro del tridente offensivo assieme a David Silva ed Isco.

Renard invece ha risposto col 4-1-4-1 con Munir tra i pali, Manuel Da Costa e Romain Saiss in difesa assieme a Dirar e Hakimi. In mediana presente El Ahmadi arretrato rispetto al quartetto Amrabat-Boussoufa-Belhanda-Ziyech, infine Khalid Boutaïb unica punta.

Al minuto 14 clamorosamente è il Marocco ad andare in vantaggio grazie a Boutaïb, sfruttando un erroraccio di Sergio Ramos e battendo De Gea con un mancino. Poco dopo è arrivato il pareggio degli spagnoli grazie ad Isco, che ha insaccato sotto la traversa.

Nel secondo tempo il Marocco è passato nuovamente in vantaggio con En-Neysri, grazie a un colpo di testa sugli sviluppi di un corner. Ma quando la prima vittoria marocchina nella rassegna mondiale pareva vicina, è successo l'incredibile. Un cross di Carvajal ha servito in mezzo per Iago Aspas, il quale di tacco ha battuto Munir, segnando la rete del 2-2 finale (dopo l'intervento del Var).

La partita di Kaliningrad è così terminata 2-2, pareggio utile per la vittoria del girone B dei ragazzi di Hierro con qualificazione agli ottavi di finale. In tale fase la formazione spagnola affronterà la Russia domenica 1° luglio alle 16 in quel di Mosca.

Iran-Portogallo 1-1, Ansarifard risponde a Quaresma e Beiranvard para un rigore a Cristiano Ronaldo

In contemporanea con il match della Spagna, si è giocato al "Mordovia Arena" di Saransk l'altro match della terza giornata del girone B tra Iran, rivelazione nella prima giornata, e Portogallo.

La squadra di Queiroz ha scelto il 4-1-4-1: Alireza Beiranvand; Ramin Rezaeian, Morteza Pouraliganji, Majid Hosseini, Ehsan Hajsafi; Saeid Ezatolahi; Alireza Jahanbakhsh, Omid Ebrahimi, Vahid Amiri, Mehdi Taremi; Sardar Azmoun.

Il Portogallo invece è sceso in campo col solito 4-4-2 con Rui Patrìcio in porta, difesa a quattro formata da Cedric Soares, Pepe, Josè Fonte e Raphael Guerreiro. Altro quartetto a centrocampo con Quaresma, Adrien Silva, William Carvalho e João Màrio, a sostegno della coppia Andrè Silva-Cristiano Ronaldo.

Portogallo che è riuscito a portarsi in vantaggio a pochi minuti dalla fine della prima frazione, grazie alla "trivela" di Ricardo Quaresma, una botta da fuori area imparabile per Beiranvard.

La ripresa è cominciata con i portoghesi sempre in proiezione offensiva: al 50' l'arbitro Càceres, su indicazione del Var, ha concesso un calcio di rigore ai lusitani per un fallo di Ezatolahi su Cristiano Ronaldo. Ma lo stesso numero 7 del Real Madrid ha sbagliato il tiro dal dischetto, parato da Beiranvard, che si è ritrovato a essere l' "eroe" della serata. A quel punto le azioni dei portoghesi si sono fatte meno insistenti e al 92' ed è giunto il pareggio dell'Iran mediante un rigore di Karim Ansarifard.

Poi finale al cardiopalma, infatti dopo nemmeno un minuto Mehdi Taremi ha sprecato un rimpallo vincente a pochi passi da Rui Patricio.

Il match è finito quindi col pareggio 1-1 e con i portoghesi qualificati agli ottavi di finale come secondi dove troveranno l'Uruguay, sfida in programma a Sochi il 30 giugno.

Segui la pagina Cristiano Ronaldo
Segui
Segui la pagina Real Madrid
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!