Situazione complicatissima in Serie B con Bari, Cesena ed Avellino che rischiano concretamente di non giocare il campionato di Serie B nella prossima stagione. Tutte e tre le società avranno tempo fino a lunedi 16 luglio per fare ricorso.

  • Bari

Per avere tutti i parametri idonei, il Bari ha la necessità di effettuare un aumento di capitale pari a 4,5 milioni di euro. Il presidente Giancaspro si è impegnato per la cifra di 1,5 milioni di euro e quindi per giocare la Serie B è necessario la parte rimanente di 3 milioni di euro. Nelle ultime ore si è verificata una spaccatura tra il presidente del club pugliese e i membri del Cda, con Paparesta che si è tirato indietro nella ricapitalizzazione della società.

Il presidente Giancaspro deve necessariamente trovare un socio entro il 16.

  • Cesena

La squadra emiliana ha la situazione più complicata di tutte. Il presidente ha deciso comunque di iscrivere la squadra al prossimo campionato pur avendo ricevuto il rifiuto da parte dell'Agenzia delle entrate per la rateizzazione del debito. Non è servito a nulla l'appello rivolto gli agli imprenditori locali dal presidente Lugaresi. Il debito del Cesena è molto più corposo rispetto a quello del Bari; infatti si tratta di un buco di 32 milioni di euro.

  • Avellino

La società irpina ha la situazione più semplice tra i 3 club che sono coinvolti. Infatti il problema non riguarda la fideiussione che, come dichiarato dal presidente Taccone, è regolare ma riguarda la mancata ricapitalizzazione. Quest'ultima era programmata per il 5 luglio, ma non si è verificato niente ad oggi.

Chi spera adesso

La Pro Vercelli resta vigile sulla situazione di queste tre squadre. I tifosi bianchi sperano vivamente che una delle tre squadre non completi l'iter d'iscrizione. Se questo si verificasse il club piemontese se la dovrebbe giocare con Ternana ed Entella. Sarebbe escluso dalla gara al ripescaggio nella serie cadetta [VIDEO] il Novara poichè ha scontato una penalità su emolumenti non pagati nel 2015/2016 ai propri tesserati.

A questo punto non resta che attendere aggiornamenti in questi giorni, poichè il termine di scadenza sara il 16 luglio. Tutti e tre i club faranno il massimo per mantenere la categoria e non deludere i propri tifosi con un epilogo clamoroso. Intanto sempre in data 16 luglio, la FIGC metterà insieme le domande di ripescaggio e se andasse negativamente l'Iter d'iscrizione per queste tre squadre, deciderà chi parteciperà alla Serie B.