Si avvicina sempre di più il momento in cui l'Italia farà il suo debutto nella Nations League, il torneo indetto dall'UEFA che sostituisce le tradizionali amichevoli di avvicinamento agli Europei, con match con i palio i 3 punti ed il trofeo finale da sollevare. Un impegno a cui la nostra Nazionale vorrà fare bene per ripartire dopo le ultime amichevoli giocate già sotto la guida del tecnico di Jesi, ma soprattutto per cominciare a giocare seriamente una competizione importante.

Dopo la mancata partecipazione allo scorso Mondiale, è tempo di ripartire e tornare in alto, dove la Nazionale Italiana nella sua storia calcistica è sempre stata.

Il tecnico, nei giorni scorsi, ha diramato le convocazioni: 31 giocatori per l'esattezza tra conferme e qualche volto nuovo proveniente dalle Under 21 e Under 19. Tuttavia Mancini in conferenza stampa si è lamentato con i club che non fanno giocare i calciatori Italiani, un aspetto a cui il tecnico tiene molto.

Allarme Nazionale: 'Pochi Italiani in campo'

Come i suoi predecessori, anche Mancini chiama a gran voce i club di Serie A chiedendo di far giocare più spesso i calciatori italiani anziché quelli stranieri. Il c.t afferma che in Italia di ragazz bravi, giovani e di qualità ce ne sono ma sono i club che non li lanciano preferendo puntare sugli stranieri. Un messaggio chiaro quello del tecnico, uno sfogo sincero per chi vuole solo il meglio dalla propria Nazionale.

Il tecnico, inoltre, si sofferma su alcuni singoli interessanti, tra questi spiccano Benassi e Zaniolo, due giocatori che il tecnico apprezza molto: giovani, di qualità e con margini di miglioramento. Positivo anche il parere sul bianconero Bernardeschi.

Mancini: Vincere subito e bene

Il tecnico, nonostante i problemi strutturali della Nazionale, intende vincere sin da subito e farlo bene lasciando un segno ben preciso.

In attacco sono stati convocati Belotti, che Mancini spera di rivedere ai livelli di qualche anno fa, quando l'attaccante granata non era ancora afflitto dai problemi fisici, e il sempre chiacchierato Mario Balotelli, la vera punta di diamante nel reparto offensivo di questa nuova Nazionale.

Ha dovuto purtroppo lasciare il ritiro per infortunio Pietro Pellegri.

È durata poco l'esperienza in maglia azzurra per il giovanissimo attaccante del Monaco che non sarà disponibile per le gare di Nations League contro Polonia e Portogallo.

Segui la nostra pagina Facebook!