Nel match di Champions League perso dall'Inter contro il Barcellona per 2-0 al Camp Nou, uno dei migliori in campo è stato sicuramente il grande ex di turno, Rafinha Alcantara, autore del gol del vantaggio ma non solo. Il fantasista brasiliano, infatti, spesso è volentieri è stato al centro del gioco rientrando da sinistra verso il centro, non facendo pesare l'assenza di Leo Messi. E chissà quanti tifosi nerazzurri hanno rimpianto il fatto di non averlo potuto riscattare l'estate scorsa, pensando a come sarebbe potuta finire a maglie invertite, soprattutto in virtù dell'assenza di chi è stato preso al suo posto, Radja Nainggolan, infortunatosi domenica nel derby di Milano vinto contro il Milan.

L'Inter sogna Rafinha

In casa Inter il sogno Rafinha Alcantara resta vivo. Il fantasista brasiliano, dopo i sei mesi trascorsi a Milano da gennaio a giugno, non è stato riscattato dalla società nerazzurra per trentotto milioni di euro a causa dei paletti imposti dal fair play finanziario, che prevedevano il pareggio di bilancio proprio entro la fine di giugno. I nerazzurri, dunque, per poterlo tenere avrebbero dovuto sacrificare un big ma le uniche offerte concrete sono arrivate per Milan Skriniar, dichiarato incedibile.

Rafinha, dunque, è tornato a Barcellona ma lo spazio che gli è stato concesso in questa prima parte della stagione è stato molto ridotto. A parte il match di Champions League di ieri, infatti, il fantasista brasiliano ha giocato solo tre spezzoni di gara, due in campionato e uno sempre in Champions.

Troppo poco per un calciatore che vuole sentire fiducia per poter esprimere tutto il suo potenziale. Il classe 1993, alla luce di ciò, non ha chiuso le porte alla possibile cessione a gennaio e, anzi, ha rifiutato l'offerta di rinnovo del contratto, che attualmente scade a giugno 2020. In virtù di ciò, l'Inter sarebbe pronta a piombare nuovamente su Rafinha e, facendo leva sulla volontà de giocatore, potrebbe offrire una cifra inferiore rispetto ai trentotto milioni di euro pattuiti lo scorso anno.

Se le cose non dovessero cambiare, con il brasiliano che continuerà a rifiutare il rinnovo, il club spagnolo si troverà costretto a valutare la sua cessione per non rischiare di ritrovarsi un giocatore ad un anno dalla scadenza di contratto in rosa l'estate prossima.

Spalletti ringrazia Rafinha

Il tecnico dell'Inter, Luciano Spalletti, alla vigilia del match contro il Barcellona aveva elogiato Rafinha, sottolineandone le qualità e ringraziandolo per il contributo dato lo scorso anno:

"Voglio ringraziarlo per ciò che ci ha dato lo scorso anno, è stato fondamentale per noi.

Mi farebbe piacere rivederlo giocare ma penso che possa crearci molti problemi perché conosce molto bene il calcio".

Sul mancato riscatto: "Non potevamo fare mercato in quel momento e successivamente era ormai troppo tardi. Le nostre operazioni sono state spesso legate alle uscite e il Barcellona non ha voluto nessuno dei nostri. Dobbiamo dimostrare che qualcosa di buono ce l'abbiamo".

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!