La prossima estate sarà un periodo di grandi cambiamenti per l'Inter. La società nerazzurra si muoverà con forza sul mercato per rivoluzionare la rosa e cercare di fare quel famigerato salto di qualità che sembrava si potesse fare già quest'anno. L'arrivo di Giuseppe Marotta dalla Juventus rappresenta lo step successivo per ridurre il gap proprio dalla società bianconera, che in Italia domina da otto anni. L'amministratore delegato ha dichiarato di recente come si punterà a profili di esperienza e abituati a vincere, che possano sviluppare quel senso di appartenenza alla maglia che in certi elementi è mancato.

Pubblicità
Pubblicità

Perisic al passo d'addio

Uno dei principali candidati a lasciare l'Inter la prossima estate è l'esterno croato Ivan Perisic. Il giocatore è stato vicino all'addio già a gennaio, quando su di lui c'era l'interesse dell'Arsenal che, però, non si è spinta oltre ad un'offerta di prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a quaranta milioni di euro. La volontà dell'ex Wolfsburg di provare un'esperienza in Premier League non sembra essere svanita.

A giugno, dunque, la società potrebbe accontentarlo, ma solo dinanzi ad un'offerta a titolo definitivo. La quotazione del vice campione del Mondo si aggira sempre intorno ai quaranta milioni di euro.

Il club che potrebbe affondare il colpo è il Tottenham, con il tecnico Mauricio Pochettino che è rimasto colpito dal croato nella doppia sfida giocata in Champions League quest'anno. Una cessione, inoltre, farebbe realizzare una cospicua plusvalenza all'Inter, che lo ha acquistato nell'estate del 2015 dal Wolfsburg per diciotto milioni di euro.

Pubblicità

Cercasi sostituto per l'esterno croato

L'Inter sarebbe già alla ricerca di un sostituto di Perisic, per non farsi trovare impreparata in caso di cessione dell'esterno croato. Il nome che l'amministratore delegato Giuseppe Marotta sogna è quello di Federico Chiesa, uno dei migliori talenti italiani in circolazione. Strapparlo alla Fiorentina, però, non sarà semplice visto che i viola non trattano per offerte inferiori agli ottanta milioni di euro e la concorrenza su di lui è molto ampia.

Su tutti ci sono Juventus e Bayern Monaco pronte a dare battaglia ai nerazzurri.

L'altra pista, invece, porta al ventunenne Steve Bergwijn, talento olandese del Psv Eindhoven. In questo caso, come il Tottenham con Perisic, galeotte sono state le due sfide di Champions tra la squadra olandese e l'Inter, con i nerazzurri che sono rimasti impressionati dal classe 1997. La quotazione, in questo caso, è nettamente inferiore rispetto a quella di Chiesa e sfiora i trenta milioni di euro.

Pubblicità

Leggi tutto