Federico Bernardeschi è uno dei 15 giocatori della Juventus che è al seguito delle rispettive nazionali. Il numero 33 juventino ha parlato dal ritiro dell’Italia e di diversi argomenti, in particolare si è espresso sull’inchiesta che ha aperto l’Uefa nei confronti di Cristiano Ronaldo. Inoltre, Bernardeschi si è soffermato anche sulla stagione della Juve e sul suo rendimento.

Bernardeschi difende CR7

In questi giorni tiene banco il possibile provvedimento che l’Uefa potrebbe prendere nei confronti di Cristiano Ronaldo e poco fa ne ha parlato da Coverciano Federico Bernardeschi: “Per me è qualcosa di folle, spero si possa chiudere subito”.

Inoltre, il numero 33 bianconero ha sottolineato che CR7 va valutato solo ed esclusivamente per quello che fa in campo: “È un campione, non si può dire di più - ha messo in luce Bernardeschi dal ritiro dell’Italia - rispetto a quello che fa in campo”. Il giocatore bianconero ha poi spiegato che Cristiano Ronaldo ha un grande carisma e che poter stare a contatto quotidianamente con lui è molto importante perché si possono imparare davvero tante cose da un fenomeno come CR7.

Bernardeschi parla dell’impresa contro l’Atletico Madrid

Federico Bernardeschi nella conferenza stampa di oggi a Coverciano ha parlato anche della grande impresa della Juve in Champions League. Il numero 33 juventino ha sottolineato che martedì scorso i bianconeri hanno fatto qualcosa di unico: “Abbiamo scritto un pezzo di storia bianconera - ha spiegato Bernardeschi dal ritiro dell’Italia - messo per iscritto il valore che ha la Juve”.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Champions League

Il giocatore di Carrara ha parlato anche del prossimo avversario europeo della Vecchia Signora: “Ora però bisogna affrontare l'Ajax, in caso penseremo alle semifinali”. Bernardeschi ha poi aggiunto di essere molto contento di quanto ha fatto finora e spera di continuare così, ma ha anche spiegato di volere sempre di più da se stesso e di volersi togliere sempre più soddisfazioni nel corso della sua carriera.

Durante la conferenza a Coverciano a Bernardeschi è stato fatto notare di non aver avuto un rendimento costante e la sua risposta non si è fatta attendere: “Sono stato fermo due mesi per infortunio, quando rientri è chiaro che non sei al top della condizione”, ha spiegato il giocatore della Juve. Poi ha risposto così a chi gli ha detto che Allegri qualche volte lo aveva punzecchiato: “Il mister ci gioca, fa le battute, ma stempera l'ambiente".

Infine, Bernardeschi ha spiegato cosa ha provato a giocare titolare contro l’Atletico Madrid: “Mi ha fatto molto piacere, questo poi cerco di trasmetterlo in campo. - ha sottolineato il numero 33 della Juve - Quando vieni scelto devi dare tutto”. Bernardeschi ha concluso così il suo pensiero: “Non è scontato in una squadra come la Juventus”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto