Pubblicità
Pubblicità

Nonostante gli apprezzamenti ricevuti dalla Juventus in questa settimana, grazie alla super prestazione in Champions League, tanti tifosi bianconeri dubitano sulle qualità del tecnico Max Allegri, 'colpevole' di un gioco sempre al risparmio e mai propositivo. Considerazione pienamente smentita nel match di ritorno degli ottavi di Champions League contro l'Atletico Madrid, quando grazie alla tripletta di Cristiano Ronaldo e alla tattica geniale del tecnico livornese, la Juventus è riuscita a ribaltare un risultato per molti insperato.

Pubblicità

Ad incensare Allegri ci ha pensato un grande ex della Juventus, Fabrizio Ravanelli, protagonista indiscusso dell'ultimo successo della società di Agnelli nel lontano 1996, quando i bianconeri sconfissero in finale ai rigori proprio l'Ajax, avversaria dei quarti di finale ad aprile.

Fabrizio Ravanelli su Allegri: 'È la storia che parla per il mister'

È la storia che parla per Allegri. Lo dimostrano i risultati raggiunti con il Cagliari, con il Milan ed infine con la Juventus. Questa è la considerazione di Fabrizio Ravanelli in merito al tecnico livornese, al quale consiglia di rimanere a Torino stile Ferguson, perché ne ha la capacità e ha la qualità di saper far crescere i tanti giovani.

Basti vedere i vari Bernardeschi, Spinazzola, Bentancur, Dybala ed il recente lancio in prima squadra di Kean, divenuti giocatori importanti anche a livello europeo. La stessa ex punta della Juventus ha ribadito come la squadra di Allegri possa arrivare fino in fondo alla Champions League, perché ha caratteristiche importanti come la cattiveria agonistica, la tecnica e l'abitudine a giocare partite importanti. 'Penna Bianca', in merito a Cristiano Ronaldo, ha invece dichiarato che non è solo un investimento di marketing ma anche tecnico ed è un esempio per tutti i giocatori. Complimenti anche per Emre Can, definito da Ravanelli come un "giocatore di grande personalità, nonostante i 24 anni".

Pubblicità

In Serie A la Juventus giocherà contro il Genoa

Domenica 17 marzo la Juventus giocherà alle ore 12:30 in casa del Genoa, con possibilità di turnover. Probabili l'inserimento nei titolari di Rugani, Dybala, Bentancur, Perin e Kean, convocato dal commissario tecnico Roberto Mancini per i match della nazionale italiana contro la Finlandia e il Liechtenstein. Anche Cristiano Ronaldo ritorna in nazionale, il commissario tecnico del Portogallo Fernando Santos l'ha convocato per le prossime partite della nazionale lusitana.