Juve-Ajax di stasera vale un pezzo di stagione ma l’avvicinamento alla sfida non è stato dei migliori per i bianconeri. Stasera alle 21 allo Stadium (diretta tv su Sky) non scenderà in campo la squadra migliore possibile, gli infortuni stanno limitando fortemente le scelte di Allegri che ieri ha dovuto rinunciare sia a Chiellini che a Manduzkic. Il difensore non ha recuperato dal problema al polpaccio mentre il croato ha subito una ricaduta su un vecchio infortunio e così è rimasto a casa lasciando sguarnito l’attacco dei Campioni d’Italia.

Pubblicità

A loro due si aggiungono Perin e Caceres nemmeno convocati, mentre sorride il centrocampo che ritrova Emre Can, guarito dalla distorsione alla caviglia. A poche ore dal match, a tenere banco sono le possibili scelte dei due allenatori e su sponda juventina i dubbi sono tutti legati all’attacco.

Juve: rebus attacco in vista dell’Ajax

L’unico sicuro di giocare Juve-Ajax di stasera è Cristiano Ronaldo. Il fenomeno portoghese ha segnato tutti i gol bianconeri da quando sono iniziati gli scontri eliminatori della Champions League e tutti si affidano a lui per volare in semifinale.

Al suo fianco favorito su tutti per una maglia è Bernardeschi, di certo il più in forma e il più decisivo di tutto il reparto. I due potrebbero anche giocare in coppia con il modulo tattico che varierebbe dal classico 4-3-3 al 4-4-2 in cui De Sciglio si schiererebbe a destra in difesa e Cancelo avanzerebbe sulla linea dei centrocampisti spingendo Matuidi a correre sull’esterno di sinistra con Pjanic ed Emre Can coppia centrale. Una piccola e rischiosa rivoluzione, per questo al momento l’ipotesi più accreditata è la conferma del tridente con Ronaldo punta centrale, Bernardeschi a destra e uno tra Dybala e Douglas Costa a sinistra.

Pubblicità

Nel mazzo a disposizione di Allegri c’è però una carta da non trascurare, è Moise Kean che continua a segnare a raffica e non può essere lasciato ai margini. Non è escluso che il tecnico livornese gli dia una occasione dal primo minuto, per ora è solo una tentazione, chissà che non possa diventare la mossa vincente.

Le probabili formazioni di Juve-Ajax

Attacco a parte è quasi tutto deciso per Juve-Ajax. A proteggere la porta bianconera ci sarà Szczesny, davanti a lui la coppia centrale sarà formata da Bonucci e da Rugani che spera di ripetere la splendida prestazione dell’andata per sostituire al meglio Chiellini.

A sinistra agirà sicuramente Alex Sandro, a destra come detto uno tra De Sciglio e Cancelo a seconda del modulo scelto da Allegri. Sicura la presenza dei tre centrocampisti e anche in questo caso non ci sono dubbi: in cabina di regia il solito Pjanic, alla su destra il rientrante Emre Can, a sinistra spazio a Matuidi che potrebbe fare l’elastico tra la fascia sinistra e la mediana. Dell’attacco già tutto è stato scritto, adesso tocca al tecnico bianconero trovare la mossa vincente. Nell’Ajax il grande dubbio della vigilia è De Jong.

Pubblicità

Il gioiellino già destinato al Barcellona è uscito malconcio dall’ultima sfida di campionato, Ten Hag ieri in conferenza stampa sembrava ottimista e quindi è molto probabile che sarà in campo dal primo minuto. In caso di forfait si scalda il giovanissimo Ekkelenkamp. Nei lancieri non ci sarà Tagliafico, squalificato, al suo posto Mazraoui con de Ligt e Blind centrali e Veltman a sinistra. Nessun dubbio sull’attacco: Van de Beek si muoverà alle spalle del tridente tutto inventiva e tecnica formato da Neres, Tadic e Ziyech. Di seguito lo schema con le probabili formazioni di Juve-Ajax:

Juventus (4-3-3) Szceszny; Cancelo, Rugani, Bonucci, Alex Sandro; Emre Can, Pjanic, Matuidi; Dybala, Cristiano Ronaldo, Bernardeschi. All. Allegri.

Ajax (4-2-3-1) Onana; Veltman, De Ligt, Blind, Mazraoui; Schone, De Jong; Ziyech, Van de Beek, Neres; Tadic.