In questo momento le energie fisiche e mentali della Juventus sono proiettate verso il quarto di ritorno contro l'Ajax e lo dimostra il fatto che ieri contro la Spal Massimiliano Allegri ha schierato la formazione più rivoluzionata della sua era juventina, cadendo poi sotto i colpi dei padroni di casa. Pur di preservare i big da eventuali infortuni, il tecnico ha preferito rimandare la conquista dell'ottavo scudetto consecutivo a oggi (se il Napoli perde o pareggia) o ad altra data. Nonostante la volontà di cautelare i 'faraoni', molti di essi sono out e a oggi non si ha la certezza su quelli che potrebbero affrontare i lancieri.

Pubblicità

Notizie incoraggianti dall'infermeria

Giorgio Chiellini, fermatosi prima del quarto d'andata per un problema al polpaccio, sembra essere tornato a correre e le ultime indiscrezioni lasciano trapelare un cauto ottimismo sul suo recupero: il capitano sarà presente solo se non sentirà più dolore. Emre Can, infortunatosi alla caviglia durante il big match contro il Milan, si è sottoposto alle terapie del caso, le quali sembrano dare buone risposte, per cui ci sono molte probabilità di averlo abile e arruolabile per la gara che vale una stagione.

L'ultimo a cadere sotto i colpi degli acciacchi fisici è stato Sami Khedira, il quale durante l'allenamento di venerdì ha avvertito un fastidio al polpaccio che lo ha tenuto fuori dai giochi nella gara contro la Spal: il calciatore probabilmente salterà anche l'impegno di Champions League. Capitolo a parte merita il nuovo stop di Douglas Costa: il brasiliano sta vivendo una stagione in infermeria. Appena rientrato, dopo due mesi ai box e una prestazione esplosiva contro i lancieri, il calciatore è nuovamente indisponibile. La perdita è pesante per i bianconeri, perché la sua rapidità poteva essere l'arma in più per contrastare gli olandesi.

Pubblicità

I postumi della sfida di Champions

La trasferta ad Amsterdam ha messo a dura prova tutta la squadra e molte pedine sono tornate malconcie a Torino. Rugani, che ha sostituito Chiellini, ha speso tutte le energie fisiche e mentali pur di non far rimpiangere il capitano. L'ex Empoli ha dato prova di maturità, ma è uscito così dolorante che il tecnico livornese ha deciso di non portarlo a Ferrara, in modo che possa recuperare. Anche Bentancur, autore di una performance maiuscola, è in preda del solito dolore alla coscia, che dovrebbe smaltire celermente.

Intanto ieri i tifosi a Piazza Castello non si sono disperati più di tanto per la mancata festa scudetto, anzi il tema principale riguardava i giocatori rimasti alla Continassa in vista di martedì. Tra coloro che non sono partiti per Ferrara anche Cristiano Ronaldo, il quale ha stretto i denti per esserci nella gara ad Amsterdam, visto che ha recuperato dall'infortunio ai flessori in tempi record.