L'Inter sarà sicuramente una delle grandi protagoniste della prossima sessione di Calciomercato. La società nerazzurri uscirà definitivamente dal settlement agreement siglato con la Uefa qualche anno fa e avranno maggiori margini di manovra per quanto riguarda gli investimenti. Inoltre la rosa andrà perfezionata viste le carenze che sono state evidenziate in questa stagione, in particolar modo a centrocampo, ma anche in attacco potrebbe esserci una piccola rivoluzione con l'eventuale addio di due pilastri degli ultimi anni: Mauro Icardi e Ivan Perisic.

Pubblicità
Pubblicità

L'amministratore delegato, Giuseppe Marotta, negli ultimi giorni ha rilasciato dichiarazioni importanti sulle prossime mosse, annunciando praticamente il colpo Diego Godin e sottolineando come ci sia fiducia in Luciano Spalletti.

Incognita panchina

C'è ancora grande mistero sul futuro della panchina dell'Inter. L'attuale allenatore, Luciano Spalletti, può farsi forza sull'obiettivo Champions League, centrato lo scorso anno in extremis e che anche quest'anno dovrebbe andare a segno, a meno di colpi di scena in queste ultime giornate.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter Calciomercato

Una vera impresa se si pensa che prima di quest'anno la squadra nerazzurra non partecipava alla massima competizione europea da sei anni.

Il futuro del tecnico di Certaldo, però, è tutt'altro che certo. In corsa c'è Antonio Conte, che sembra essere il nome perfetto per fare quel salto di qualità cercando di andare a contendere il titolo alla Juventus dopo sette anni consecutivi. L'ex allenatore del Chelsea avrebbe dato la propria disponibilità all'amministratore delegato, Giuseppe Marotta, e potrebbe firmare un contratto triennale a oltre nove milioni di euro a stagione.

Pubblicità

Anche Sportmediaset ha parlato del futuro allenatore dell'Inter, sottolineando come ci sia intesa totale tra lo stesso Marotta e il direttore sportivo, Piero Ausilio:

"I due dirigenti ritengono il tecnico polemico eccessivamente ed incendiario nella gestione delle vicende di squadra e di club, quindi non proprio il profilo ideale per far crescere il progetto".

Ultima parola a Suning

L'ultima parola spetterà inevitabilmente a Suning. Il colosso di Nanchino sta ragionando sulla questione visti gli alti costi che comporterebbe una nuova rivoluzione.

Il solo esonero di Spalletti costerebbe oltre venti milioni di euro, da aggiungere a quello che sarebbe poi l'ingaggio che andrebbe a percepire Antonio Conte. Il presidente del club, Steven Zhang, ci sta pensando e non ha detto né si né no, consapevole che per fare uno step ulteriore per avvicinarsi alla Juve potrebbe essere la scelta giusta quella di puntare sull'ex commissario tecnico della Nazionale italiana.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto