Il futuro della panchina bianconera resta sicuramente un mistero, almeno fino alla prossima settimana, quando il presidente della Juventus Andrea Agnelli e Massimiliano Allegri dovrebbero incontrarsi per definire l'eventuale permanenza o meno del tecnico toscano. Secondo alcune indiscrezioni, Allegri avrebbe già dettato delle condizioni alla Juventus, un rinnovo di contratto da almeno 10-12 milioni di euro e maggiore potere decisionale sul mercato mentre Agnelli probabilmente chiederà al tecnico livornese i motivi degli infortuni arrivati nel momento topico della stagione.

Dubbi quindi sul futuro della panchina bianconera, e a tal riguardo i media sportivi hanno lanciato indiscrezioni contrastanti. Ad esempio, secondo il Corriere dello Sport, il presidente Agnelli, in caso di addio di Allegri, non vorrebbe affidarsi ad Antonio Conte (evidentemente il modo in cui ha lasciato la Juventus cinque anni fa potrebbe motivare tale decisione) né tanto meno a Josè Mourinho, che sarebbe stato proposto dal noto agente sportivo di Cristiano Ronaldo e del tecnico portoghese, Jorge Mendes.

Agnelli non vorrebbe Antonio Conte

Secondo il Corriere dello Sport, il presidente bianconero non vorrebbe Antonio Conte, e probabilmente uno dei motivi è il modo in cui il tecnico leccese decise di lasciare la Juventus a preparazione iniziata.

Diversa invece sarebbe l'idea della dirigenza bianconera, in primis di Pavel Nedved e Fabio Paratici, che gradirebbero il ritorno del tecnico leccese. Anche La Stampa si è espressa sul possibile allenatore bianconero per la prossima stagione, ed i possibili indiziati alla sostituzione del tecnico toscano sarebbero Pochettino del Tottenham, Deschamps (commissario tecnico della nazionale francese) e Simone Inzaghi (tecnico della Lazio).

Per quanto riguarda invece Tuttosport, i nomi che sarebbero di gradimento in casa bianconera sarebbero Guardiola del Manchester City e Sarri del Chelsea.

Il mercato della Juventus

Il mercato della Juventus passerà inevitabilmente da chi sarà il tecnico per la prossima stagione e anche dall'approvazione del bilancio d'esercizio, previsto per giugno.

Secondo un articolo de Il Sole 24 Ore, la Juventus dovrebbe registrare una perdita finanziaria intorno ai 50 milioni di euro, perdita che sarebbe motivata in grossa parte dall'acquisto la scorsa estate di Cristiano Ronaldo. Un investimento, quello del portoghese, che dovrebbe portare grandi benefici economici soprattutto alla lunga. Ecco perché è probabile ci possano essere cessioni pesanti: Alex Sandro, Pjanic e Douglas Costa sono solo alcuni che potrebbero lasciare Torino, mentre giocatori come Khedira e Mandzukic potrebbero trasferirsi proprio perché la dirigenza vorrebbe ringiovanire la rosa bianconera.