Dopo un corteggiamento cominciato a salvezza acquisita, Aurelio Andreazzoli è diventato insieme a Leonardo Semplici uno dei due candidati a sostituire Cesare Prandelli alla guida del Genoa. I rossoblu poi hanno deciso di puntare sull'ex Empoli, soprattutto in seguito al rinnovo di Semplici con la Spal.

E oggi nella sala stampa del Museo del Genoa è cominciata la sua avventura da tecnico del Grifone.

Accanto ad Andreazzoli c'è l'amministratore delegato Alessandro Zarbano, che lo presenta: "Siamo contenti di partire insieme per questa nuova avventura. È stato voluto e corteggiato. Le motivazioni sono alte da parte di entrambi. Come società dobbiamo ripartire e rimediare agli errori passati. Il mister vuole fare bene, quindi siamo contenti e speriamo possa essere un'ottima stagione per il Genoa".

Le parole di Andreazzoli in conferenza stampa

"Sono felice di essere qui, mi sono sentito corteggiato. Sono felicissimo di avere la possibilità di allenare una squadra con una storia incredibile come quella del Genoa. Ho la possibilità di avere la sensazione di essere genoano, una sensazione conosciuta da tutti". La conferenza stampa comincia dalle ultime partite della scorsa stagione, con il duello testa a testa Genoa-Empoli per la salvezza: "È stata una sofferenza per noi - racconta il mister - noi siamo usciti tra gli applausi del nostro pubblico e degli avversari.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie A Genoa

È stata una retrocessione degna. Poi è arrivato l'interesse del Genoa. Sono stato onorato. Io sono stato qui al Genoa quasi mezzo secolo fa. Ho dormito a Villa Rostan, in adolescenza ero qui. Ricordo benissimo le mie prime volte al Ferraris, ricordo la tifoseria del tempo. Sono cose che rimangono dentro".

Sugli obiettivi della nuova stagione e il calciomercato imminente: "Dobbiamo guardare avanti e risolvere i problemi del presente.

Abbiamo le idee chiare. So dove voglio arrivare e la società, che ringrazio, ci ha dato ampio mandato. Le motivazioni sono altissime. Perché ho scelto il Genoa? Per l'interesse del presidente. Poi la società e l'ambiente, ho entusiasmo, fin da subito mi è piaciuta la cosa. Vorrei partecipare alle emozioni che intravedo da fuori".

Andreazzoli già innamorato dei tifosi: 'Genoanità è passione e appartenenza'

Andreazzoli svela di aver visto il film Gradinata Nord su YouTube: "L'ho trasmesso immediatamente ai miei collaboratori perché possano farlo proprio.

Lì si vede cosa vuol dire essere genoani. È sofferenza, sacrificio, appartenenza e passione. Vorrei dare soddisfazioni a questo ambiente. Dobbiamo ritornare a quell'appartenenza. Possiamo sprigionare forze notevoli".

Il nuovo allenatore del Genoa spiega la sua idea di calcio: "Il mio compito è quello di far fare il massimo alla squadra. Poi le strade sono innumerevoli, ma l'obiettivo è questo. Non bisogna mai essere inconsapevoli come collettivo.

Dare un'idea di gioco non ci vuole molto tempo. Alleneremo non un sistema ma dei principi di gioco". Durante la conferenza stampa di presentazione si torna a parlare di progetto Genoa: "Il progetto significa fare bene nel tempo e non a breve scadenza".

Riprende parola Zarbano, che spiega: "Sì il nostro è un progetto a lunga scadenza per riscattare l'ultimo anno. Obiettivo minimo? La salvezza, ma vedremo strada facendo". Per quanto riguarda gli obiettivi del tecnico: "Vogliamo costruire una squadra forte. Tutte le componenti devono andare in un'unica direzione. Questo dipende innanzitutto da me e di quelle idee che riusciremo a mettere dentro la squadra. Cancelli aperti a Pegli per i tifosi, più siamo e meglio stiamo". Sull'attuale organico Andreazzoli spende parole positive: "Tutto è migliorabile, ma la squadra attuale mi piaceva. Mercato? Siamo a buon punto. Il presidente e Capozucca lo sanno: per me la preparazione è un periodo importantissimo". Anche Zarbano conferma l'intenzione della società di consegnare al tecnico una squadra pronta per il ritiro. Spazio anche per una considerazione di Andreazzoli sul rifacimento della struttura di allenamento a Pegli: "Andrò a verificare, ma il fatto che la società voglia migliorare la struttura mi piace".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto