Il calcio italiano ha come punto di forza la difesa ed anche la Juventus da sempre punta su questo reparto per costruire il suo successo. Da otto anni i bianconeri sono i padroni incontrastati e gran parte del merito è da attribuirsi alla solidità della difesa costituita da Leonardo Bonucci, Andrea Barzagli e Giorgio Chiellini. La BBC, però ormai è superata tant’è che il numero 15 ha appeso le scarpe al chiodo, mentre il capitano è spesso ospite dell'infermeria ed allora la dirigenza della Continassa ha capito di dover operare un restyling di spessore.

Fabio Paratici ha cominciato con l’assicurarsi Merih Demiral del Sassuolo e Cristian Romero del Genoa (quest'ultimo rimarrà ancora un anno tra i liguri), e poi si acquattato come un segugio per arrivare a Matthijs de Ligt dell'Ajax fino a riuscire nel suo intento.

Senza paragoni

A parlare dell'ultimo colpo di mercato della Juventus è Dino Zoff nell'intervista rilasciata a "La Gazzetta dello Sport".

Il difensore olandese secondo l'ex portiere bianconero pur essendo giovanissimo ha dimostrato grandi qualità: “Sicuramente alza il tasso tecnico di una Juve già forte”. Il campione del mondo 1982 non può paragonarlo a nessuno tra i difensori più forti perché è ancora a inizio carriera. Sul fatto che possa avere problemi di ambientamento, l’intervistato è fiducioso sul fatto che essendo padrone del mestiere non dovrebbe accusare il colpo del cambiamento.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Serie A

Toccherà comunque a Sarri valorizzarlo. La filosofia del calcio olandese è differente da quella italiana, ma Zoff è ottimista perché ricorda la carriera di Ruud Krol al Napoli: "Se si ha la mentalità giusta si trova immediatamente l'intesa con gente che sa giocare a pallone". Il classe 1999 al momento non è paragonabile né a Krol né a Franz Beckenbauer, il quale alla fine si è dimostrato il difensore più completo.

De Ligt potrà giocare sia con Giorgio Chiellini che con Leonardo Bonucci, tutto dipenderà dalle condizioni fisiche dei giocatori e comunque con la Juve impegnata su più fronti ci sarà spazio per tutti i giocatori.

Inter e Napoli

Altri top club di Serie A hanno rinforzato a loro volta la difesa, basti pensare all'Inter che può contare su Diego Godin, Stefan De Vrij, Milan Skriniar. Zoff ritiene che la nuova Inter sta nascendo bene perché con Conte i giocatori diventano più forti.

Anche il Napoli con Kalidou Koulibaly e Kostas Manolas ha un ottimo pacchetto arretrato e con il senegalese il greco trarrà grandi vantaggi. Koulibaly è ritenuto dall'intervistato più forte di de Ligt, ma tra i due ci sono 8-9 anni di differenza: “Quando l’olandese avrà superato il rendimento del senegalese del Napoli potrà entrare fra i più grandi”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto