L'idillio se non già al capolinea appare comunque fortemente compromesso. Daniele De Rossi non gioca un match ufficiale del Boca Juniors [VIDEO] da più di 40 giorni, uno stop imposto dai guai fisici. L'entusiasmo che ha accompagnato il suo sbarco a Buenos Aires, la curiosità dei media sono letteralmente evaporati. Finanche il suo primo gol con la maglia del Boca in coppa, sembra appartenere ad un'altra era, dopo aver giocato in agosto quattro partite su cinque, una odiosa successione di infortuni muscolari lo ha trasformato in una sorta di convitato di pietra o peggio, come commenta la stampa locale, nella ruota di scorta del team.

Dopo appena due mesi dall'arrivo in Argentina, Daniele De Rossi e il Boca Juniors, potrebbero rescindere il contratto addirittura sei mesi prima della naturale scadenza.

Alta tensione al Boca, il futuro di De Rossi è in bilico, si fa largo la possibilità di un addio anticipato

L'applicazione di Daniele De Rossi, la sua leadership nello spogliatoio, la disponibilità verso l'allenatore Gustavo Alfaro restano indiscutibili ma Daniele non gode delle condizioni necessarie a svolgere un ruolo così centrale per evitare ricadute.

Vederlo in campo contro il Racing nel weekend o nel Superclassico di ritorno fra una settimana, contro il River Plate c'è in ballo il pass per la finale del Libertadores, è un'utopia. La motivazione del numero 16 resta alta e la vicinanza della famiglia, seguitissimo dai media è il diario social argentino della moglie Sara, certo aiuta De Rossi ma a minare queste esperienze ci sono anche le prossime elezioni presidenziali del club.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Curiosità A.S. Roma

Daniel Angelici lascerà la guida del Boca al buon esito delle consultazioni che dovrebbero premiare il suo delfino, Christian Gribaudo, è legato anche il destino di Burdisso, direttore sportivo del team, regista dell'ingaggio di De Rossi fino a Giugno dell'anno prossimo. Ma uno scenario avverso potrebbe portare il calciatore a guardare al nuovo anno con occhi diversi e a chiudere un'avventura fin qui deludente.

Roberto Mancini: a Euro2020 spazio anche per i due campioni del mondo De Rossi e Buffon

Intanto il ct azzurro Roberto Mancini, dopo la qualificazione a Euro2020 conquistata dall'Italia con ben tre giornate di anticipo, parla delle prossime convocazioni: "Proveremo i giovani ma mi piacerebbe giocare con Gigi Buffon e Daniele". Parlando nella conferenza stampa dopo la fine di Italia Grecia, Mancini ha infatti commentato la possibilità di convocare giovani talenti che si stanno mettendo in mostra nel campionato italiano ma addirittura la possibilità di rivedere in azzurro due veterani come De Rossi e Buffon.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto